Wikipedia offline in Turchia: bloccato l’accesso alla famosa enciclopedia online

Wikipedia è stato oscurato in Turchia. Da diverse ore la popolare enciclopedia online risulta del tutto inaccessibile per volere delle autorità turche che, secondo quanto diffuso dal sito di monitoraggio Turkey Blocks, avrebbero interdetto l’accesso alla piattaforma. L’oscuramento ha da subito scatenato le ire dei sostenitori della “rete libera” ancora una volta stretti dalla morsa della censura.

Il Ministero dei Trasporti e della Comunicazione ha motivato la scelta dichiarando che Wikipedia avrebbe in qualche modo “diffamato” il governo con la diffusione di articoli secondo cui l’autorità di Ankara sarebbe in qualche modo legata a dei gruppi di miliziani. “Invece di collaborare nella lotta internazionale contro il terrorismo, l’enciclopedia online ha sminuito e attaccato pesantemente la figura della Turchia nel contesto internazionale“, ha dichiarato la testata giornalistica statale Anadolu.

Il blocco è stato da subito esteso a tutti i portali internazionali di Wikipedia già a partire dalle ore 8:00 locali. Nel momento in cui si tenta di accedere al sito, l’errore che si ottiene è “time out di connessione“. Per aggirare il bando diversi utenti hanno utilizzato dei VPN per mascherare la navigazione Internet e accedere al sito in maniera indisturbata. Secondo le ultime indiscrezioni, Wikipedia avrebbe già provveduto a rimuovere dal proprio portale le informazioni incriminate attraverso appositi filtri.

In passato il governo turco ha già più volte interdetto l’accesso a social network come Facebook, Twitter e Google+ provocando gravi malcontenti in chi giudica queste censure un pericoloso atto contro la libertà d’espressione su Internet.

fonte Reuters.com