Facebook ancora multato: 110 milioni dall’Unione Europea!

E’ arrivata con un tweet quasi a notte inoltrata di Margrethe Vestager, Commissaria Europea per la concorrenza, l’ufficialità della maxi-multa combinata dall’Unione Europea a Facebook. Saranno 110 i milioni di euro che il social network di Palo Alto dovrà versare nelle casse dell’UE per aver mentito sull’ormai annosa questione della condivisione dati con Whatsapp.

I fatti li ricorderete tutti: Facebook acquistò nel 2014 il noto servizio di messaggistica istantanea, negando però di aver provveduto a condividere i dati personali degli utenti in automatico. Una circostanza, però, che è stata ammessa in seguito. E soltanto pochi giorni fa era arrivata una multa dall’Antitrust italiano all’indirizzo di Whatsapp, anche se infinitamente minore (attorno ai 3 milioni di euro). In quel caso le motivazioni erano simili ma non le stesse: cliccando qui potrete trovare maggiori info in merito.

A fine 2016 Facebook e l’UE avevano raggiunto una sorta di tregua, utile al social network per annullare qualsiasi pratica sulla condivisione dei dati delle due piattaforme. Appurato che ciò non è più possibile, l’Unione ha provveduto comunque a rifilare la storica multa al social di Palo Alto, rincarando la dose anche con le dichiarazioni della Vestager: “Le informazioni che ci sono state fornite da Facebook all’epoca erano false e fuorviante. Questo è un messaggio a tutte le società che operano nell’Unione Europea: le regole vanno rispettate e c’è l’obbligo di fornire le giuste informazioni”.

fonte @vestager