News, guide su tecnologia (Android, Windows, iOS), Games e SocialMedia

Final Fantasy 7 Remake e Kingdom Hearts 3 potrebbero uscire solo nel 2020

Lo sviluppo di “Final Fantasy 7 Remake”, serie di videogiochi di ruolo d’azione che racconteranno di nuovo la trama del videogioco di ruolo con combattimenti a turni “Final Fantasy 7” di Square Enix, pare attraversare un momento difficile. Mentre quello di “Kingdom Hearts 3” è semplicemente ancora molto lontano dall’essere completato. Durante la conferenza di fine anno fiscale (si è concluso con la fine di marzo) Square Enix ha presentato agli investitori i prossimi giochi in uscita, e “Final Fantasy 7 Remake” e “Kingdom Hearts 3” sono stati mostrati nella categoria “anno fiscale 2018 e oltre” con la precisazione che i due titoli, insieme al recente progetto con Marvel su “The Avengers”, usciranno “più o meno entro i prossimi tre anni”. Almeno sappiamo che per il 2020 potremo giocare a “Kingdom Hearts 3”.

I problemi maggiori sembra averli “Final Fantasy 7 Remake”. Mesi fa notammo che Kyohei Suzuki, membro della Business Division 4 di Square Enix, avrebbe affermato di essere al lavoro come game director su “Final Fantasy 7 Remake”, che sappiamo essere diretto da Tetsuya Nomura, creatore e direttore anche dei videogiochi di “Kingdom Hearts” (tra cui “Kingdom Hearts 3”), e sviluppato in parte dalla Business Division 1. In parte “Final Fantasy 7 Remake” è invece sviluppato esternamente. Ora Square Enix sta però recrutando nuovo staff per “Final Fantasy 7: Remake”, spostando lo sviluppo dall’esterno all’interno della compagnia, e Naoki Hamaguchi, capo della programmazione per “Lightning Returns: Final Fantasy 13” e capo progetto per “Mobius Final Fantasy”, è il nuovo capo progetto di “Final Fantasy 7 Remake”.

Lo ha raccontato Hamaguchi stesso durante uno streaming dedicato al videogioco per dispositivi mobili (poi arrivato anche su Steam) “Mobius Final Fantasy”, inteso da Square Enix come primo tentativo di creare un “Final Fantasy” inedito per smartphone. “L’informazione è già disponibile online, ma ora sono responsabile dello sviluppo di Final Fantasy 7 Remake. Parlando di cosa sta succedendo… è un tema delicato ma… sinora, lo sviluppo andava avanti con un aiuto esterno [da parte di CyberConnect2] e la compagnia ha deciso di spostarlo all’interno, prendendo carico anche della produzione di massa e del controllo qualità, perché volevamo avere completo controllo, anche della qualità, e stabilmente. Non lascerò Mobius Final Fantasy”. Da quello che capisco la direzione di storia e contenuti è anche in mano a Nomura, ma forse è troppo per una sola persona dirigere due progetti tanto attesi contemporaneamente, il lavoro commissionato all’esterno non soddisfaceva Square Enix e la compagnia ha deciso di fare da sola e di dare ulteriore supporto a Nomura con l’aiuto di Hamaguchi e Suzuki. Oppure la situazione è decisamente più difficile e sono in corso cambiamenti più profondi.