News, guide su tecnologia (Android, Windows, iOS), Games e SocialMedia

Google Allo sfrutta i selfie per creare sticker personalizzati

Quello degli autoscatti è un trend mondiale che ha conosciuto una grandissima diffusione con la crescente influenza dei social network. Restando in tema, il colosso di Mountain View ha dotato la nuova app di messaggistica Google Allo di una tecnologia capace di creare sticker personalizzati basati sui selfie dell’utente.

Il funzionamento di questa simpatica feature è semplice quanto tecnologicamente notevole: basta farsi un autoscatto direttamente con l’applicazione, lasciare che Allo analizzi l’immagine e che ricavi da quest’ultima uno sticker a propria somiglianza. Come testimoniano le immagini in calce, il sistema crea una versione caricaturale stile cartoon riflettendo in maniera buffa vari stati d’animo e reazioni della persona.

Sotto un aspetto puramente tecnico, quella di Google Allo è una tecnologia basata sul cosiddetto “machine learning“, ovvero un sistema che fa uso di complessi algoritmi per riconoscere non solo i lineamenti del viso ed il colore degli occhi ma anche quelle micro-espressioni che più caratterizzano il volto dell’utente. Lo sviluppo della funzionalità è stato portato avanti seguendo alcuni modelli di riferimento come foto o illustrazioni di artisti famosi in tutti il mondo per cogliere al meglio gli aspetti caratteriali più significativi dell’espressione umana. Nel complesso, sono letteralmente miliardi le combinazioni che l’app riesce ad elaborare.

Come se non bastasse, gli sticker creati con l’analisi dei selfie possono essere liberamente personalizzati con un editor intuitivo e facile da usare. Curiosi di scoprire come funziona? Il rilascio dell’aggiornamento per gli utenti Android sta avvenendo proprio in queste ore, l’app iOS tarderà ancora un po’…

fonte Android Police