Lo speaker smart di Apple avrà o no il display touch?

Sono passate pochissime ore dalla presentazione dell’Amazon Echo Show (qui potrete trovare maggiori info) e la rete si è subito scatenata: quale sarà la prossima (e la prima, tra l’altro) mossa di Apple in questo settore? Lo stiamo ripetendo ormai da un paio di settimane: Cupertino avrebbe in serbo uno speaker smart con integrato Siri, un altoparlante che potrebbe essere presentato addirittura durante la tradizionale WWDC di metà giugno. Oggi Bloomberg rivela nuovi particolari in merito.

Prima di tutto c’è qualche nuovo rumors sulle features che caratterizzeranno il device: dovrebbe essere integrato anche Apple Music (la nostra opinione è che non c’è alcun dubbio a riguardo) mentre HomeKit sarà potenziato ulteriormente coi comandi centralizzati tramite Siri. Tutto molto bello, direbbe qualcuno; e, in effetti, Apple starebbe davvero puntando forte sul suo speaker, tanto da averlo già fornito a numerosi suoi dipendenti per ottenere in cambio dei feedback in merito.

Ora, però, passiamo al tasto dolente. L’evento di oggi targato Amazon ha di certo scombussolato le carte in tavola. Ha senso presentare un primo modello di speaker smart di Apple, quando il principale competitor del settore è già riuscito ad integrare il display? A dire il vero, sono in molti a sperare che Cupertino, in realtà, ha già pensato a questo tipo di soluzione: il primo esemplare di un suo altoparlante sarebbe così una sorta di “entry-level“, prima dell’uscita di un dispositivo più performante. E non vanno dimenticate le parole di Phil Schiller che proprio di recente ha sottolineato il “non-sense” riguardo a un’eventuale mancanza del display. Sta per scatenarsi una guerra tra giganti?

fonte Bloomberg