Microsoft lancia Xbox Game Pass, il Netflix del videogioco su Xbox One

Pensare il gioco non più come un’opera artistica finita ma come un servizio a cui i giocatori acquistano l’accesso può anche voler dire cambiare il modello distributivo, per esempio ispirandosi ai servizi di streaming su abbonamento come Netflix. È questo l’obiettivo di Xbox Game Pass di Microsoft, una libreria di videogiochi Xbox One e Xbox 360 disponibile su abbonamento. Non si tratta, come nel caso di PlayStation Now, di un servizio di streaming da una macchina remota: gli abbonati potranno scaricare i giochi sulla loro console e giocarci da lì, senza bisogno di una continua connessione a banda larga.

I giochi accessibili su Xbox Game Pass saranno cambiati a rotazione, ma gli abbonati potranno comprarli definitivamente a un prezzo scontato del 20% (mentre i DLC saranno scontati del 10%) e averli sempre a disposizione in versione download. Un ottimo modo per promuovere giochi usciti da un po’ di tempo e il loro acquisto in versione download piuttosto che in versione fisica; infatti all’epoca dell’annuncio di Xbox Game Pass subirono un notevole tracollo le azioni di GameStop, che dipende ancira molto dalle vendite di vecchi giochi usati anche se sta investendo sul settore digitale ed è seriamente minacciato da simili iniziative.

Xbox Game Pass sarà disponibile dall’1 giugno a €9,99 al mese e verrà lanciata con 112 giochi tra cui “Halo 5: Guardians”, “Sunset Overdrive”, “Banjo-Kazooie”, i “BioShock”, “Mad Max” e i classici per Mega Drive di SEGA. È già disponibile l’iscrizione a un periodo gratuito di prova di 14 giorni per gli utenti Xbox Live Gold, mentre gli altri utenti potranno sfruttare i 14 giorni di prova gratuita solo a partire dall’1 giugno, cioè dal lancio ufficiale del programma. Naturalmente vi consiglio di approfittarne, anche solo per scoprire se questo nuovo modo di distribuire i videogiochi fa per voi.​

fonte Xbox