Netflix lavora alla serie televisiva di The Witcher

Netflix ha annunciato di star lavorando a una serie televisiva tratta dai romanzi della serie “The Witcher” di Andrzej Sapkowski, romanzi da cui è stata tratta anche una fortunata serie di videogiochi di ruolo realizzati da CD Projekt Red e diventata famosa soprattutto per il suo terzo capitolo, “The Witcher 3: Wild Hunt”, che si è affermato come un punto di riferimento per l’intero panorama dei videogiochi open-world. La serie racconta di cacciatori di mostri, “witchers”, professionisti dotati di poteri sovrannaturali che permettono loro di scontrarsi con le creature leggendarie del folclore slavo.

La serie è stata annunciata da Netflix e Andrzej Sapkowski stesso con i soliti salamelecchi che potrei sintetizzare in “tutti son contenti ed emozionati di lavorare con gli altri”. “Andrzej Sapkowski ha creato un mondo ricco e memorabile, insieme magico e familiare e non potremmo essere più emozionati di farci entrare gli abbonati di Netflix in tutto il mondo” ha dichiarato Erik Barmack di Netflix. “Ho i brividi al pensiero che Netflix stia facendo un adattamento delle mie storie, mantenendosi fedele al materiale originale e ai temi che ho scritto in oltre trenta anni” ha detto Andrzej Sapkowski, che sarà personalmente impegnato nella serie come consulente, non lasciando tutto in mano ad altri autori come invece accaduto con i videogiochi “The Witcher” di CD Projekt Red.

La squadra di autori è quella che in precedenza avrebbe dovuto realizzare il film di “The Witcher”. I produttori esecutivi saranno Sean Daniel “La Mummia”) e Jason Brown (“The Expanse”) di Sean Daniel Company insieme a Tomek Bagiński (“The Cathedral”) e Jarek Sawko (“The Fallen Art”) di Platige Image, che ha già lavorato ad alcuni trailer per “The WItcher”. Bagiński sarà anche regista di almeno un episodio di ogni stagione della serie di “The WItcher”. “Le storie di The Witcher seguono una famiglia non convenzionale che si unisce per combattere per la verità in un mondo pericoloso. I personaggi sono originali, divertenti e sempre sorprendenti” dichiara Sean Daniel Company (prima di darsi a ulteriori salamelecchi che stavolta vi risparmio). “C’è una profondità morale e intellettuale nei libri che va oltre il loro genere. È una storia sull’oggi e sulle sfide di oggi, ma le nasconde sotto il fantasy. È una storia su di noi, sul mostro e sull’eroe nei nostri cuori” ha invece detto Platige Image.

fonte Platige
lascia un commento