Partita la produzione dell’A11, il chip per iPhone 8 e per i prossimi iPad

Un rapporto di Digitimes ha rivelato che la produzione del chip A11 è ufficialmente cominciata. Se ne sta occupando TSMC, azienda taiwanese da tempo fornitrice di Apple e scelta – nell’occasione – come unica produttrice dei processori del prossimo iPhone 8. La produzione sarebbe dovuta partire già dallo scorso mese, ma alcuni problemi ne hanno rinviato l’inizio: problemi che, stando alla fonte citati nel report, sono stati comunque risolti, dando il definitivo via libera.

Per chi ancora non lo sapesse, il processore di nuova generazione di Apple sarà a 10 nanometri e – stando almeno agli ultimi rumors – dovrebbe essere montato anche su iPhone 7s e 7s Plus, il cui lancio è previsto in contemporanea con l’8. Come ormai da tradizione, Cupertino progetta i suoi chip internamente, rendendoli perfettamente integrati nei device che li ospiteranno: una soluzione che garantisce prestazioni di livello assoluto, come testimoniano d’altronde i tanti benchmark che circolano in rete. E c’è da scommettere che i 3 GB di RAM già presenti su iPhone 7 Plus, renderanno il prossimo flagship un’autentica scheggia. Quest’anno la produzione è stata affidata solo a TSMC: una grossa responsabilità considerato che sull’iPhone del decennale i riflettori sono accesi da tempo.

Probabile, comunque, che i chip A11 potrebbero fare il loro esordio già dal prossimo mese: i prossimi due iPad Pro e quello da 10.5 pollici di cui abbiamo parlato ieri in questo articolo potrebbero sfruttarne tutte le potenzialità.

fonte Digitimes