Samsung Galaxy S8, ora è la ricarica rapida a finire sotto accusa

Soltanto ieri vi abbiamo parlato dell’ultima polemica che vede al centro delle critiche il Samsung Galaxy S8; polemica relativa ai problemi audio (dovuti probabilmente a difetti hardware, cliccando qui ne saprete di più) a cui la casa coreana ha risposto piuttosto piccata, generando ulteriore malcontento presso la community nordamericana.

Oggi vi parliamo di un altro piccolo aspetto “poco chiaro” del Galaxy S8. Certo, nulla di trascendentale, ma lascia davvero di stucco il fatto che praticamente ogni giorno il flagship di Samsung finisca sotto accusa, per motivi più o meno gravi.

Come i più attenti di voi sapranno, l’S8 porta con sé l’Adaptive Fast Charging: il device, insomma, è all’avanguardia (almeno in teoria…) anche in quanto a ricarica rapida. Il ciclo completo di ricarica da 0 a 100 non dovrebbe durare più di un’ora e mezza. Peccato che, dopo aver effettuato alcuni test, si è scoperto che tale valore viene rispettato solo se la ricarica avviene a display spento.

Insomma, se si controllano le notifiche delle varie app, si naviga o si svolge qualsiasi altra attività “normale” a schermo acceso, la ricarica si allunga di tantissimo. Per essere precisi, i tempi registrati corrispondono praticamente al doppio (poco sotto le tre ore). Il device, in pratica, mostra l’iconcina dell’Adaptive Fast Charging che, però, in realtà viene disattivato in automatico. Un problema che, tra l’altro, non sembrerebbe essere esclusiva dell’S8 ma praticamente di tutti gli ultimi modelli della gamma Galaxy.

fonte SamMobile