Bethesda all’E3 annuncia Dishonored La morte dell’Esterno e il ritorno di Billie Lurk

Finalmente Bethesda ha parlato dei DLC di “Dishonored 2”… anzi, di una nuova avventura standalone che espanderà l’universo di “Dishonored” e “Dishonored 2” e continuerà la trama da dove si è concluso il secondo episodio senza aver bisogno però del gioco base. Potrete giocarla e installarla anche se non possedete “Dishonored 2”, ma non capisco perché non dovreste voler giocare anche al gioco base, una delle migliori esperienza del 2016. Comunque, ecco a voi il primo trailer di “Dishonored: La morte dell’Esterno” di Arkane Studios

“Dishonored 2: La morte dell’Esterno”, come accade per i DLC di “Dishonored” originale, non segue i personaggi del gioco base ma Daud e Billie Lurk, due assassini mercenari che hanno preso parte all’omicidio dell’Imperatrice Jeassamine Kaldwin ma che negli anni hanno avuto l’occasione di redimersi. Billie Lurk, col nome di Meagan Foster, è stata un importante alleato di Corvo Attano o dell’Imperatrice Emily Kaldwin in “Dishonored 2”, ospitando il personaggio scelto a inizio gioco nella sua nave durante l’avventure nell’assolata città di Karnaca.

Faccio notare che nel trailer Billie ha un occhio e un braccio artificiali, e questo suggerisce quale finale di “Dishonored 2” è stato considerato canonico (curiosamente, non quello più positivo in assoluto, in cui Billie non perde mai occhio e arto). Daud e Billie si uniscono di nuovo in “Dishonored: La morte dell’Esterno” per trovare e uccidere l’Esterno, un ragazzo sacrificato all’Oblio e che è diventato avatar di questa dimensione del Caos. Nonostante sia difficile considerarlo “buono”, l’Esterno è sempre stato un alleato di Corvo Attano e di Emily Kaldwin nei “Dishonored”, donando loro i poteri caratteristici della serie insieme al suo marchio. “Dishonored: La morte dell’Esterno” sarà disponibile a €30 (aspettatevi quindi qualcosa dalle dimensioni di un DLC) il 15 settembre 2017 su PC, Xbox One e PlayStation 4.