iPhone 8 disponibile solo da metà ottobre? Colpa del “solito” Touch ID

Sempre e solo Touch ID: il tormentone degli ultimi mesi, legato all‘iPhone 8, continua ad essere di estrema attualità se si pensa che oggi, a meno di tre mesi dal lancio ufficiale del melafonino del decennale, spuntano nuove indiscrezioni di certo non rassicuranti per i fan della mela. Apple Insider oggi ha pubblicato un nuovo report che parla di “estrema confusione” a Cupertino: la notizia positiva è che quantomeno il pericolo di vedere il lettore di impronte digitali sul retro sembra definitivamente scongiurato. Quella negativa è che l’indecisione che perdura ormai da settimane potrebbe far slittare quasi sicuramente le prime spedizioni a metà ottobre.

Non uno scenario ideale per lo smartphone più atteso del 2017, anche se va ricordato come in passato Apple si sia trovata a doversi districare tra altre situazioni limite finendo sempre per rispettare i tempi previsti. Ad oggi, comunque, sembrano essere due le soluzioni più realistiche, dato per scontato che la difficoltà di integrare il Touch ID sotto il pannello OLED resta alta. Un foro nella parte anteriore (sarebbe francamente una scelta suicida dal punto di vista estetico), probabilmente in basso e l’integrazione col tasto d’accensione. Tra l’altro qualche giorno fa venne fuori un brevetto depositato da Apple che ipotizzava proprio questa soluzione per l’iPhone 8. A fine giugno dovrebbe comunque arrivare la scelta definitiva, finalmente.