Raccontare l’Italia con il videogioco in un incontro di The Game Fortress a Palmanova

Durante la seconda edizione del festival The Game Fortress – La fortezza del divertimento (sito ufficiale) nella città fortificata di Palmanova (dal 30 giugno al 2 luglio 2017) si terrà un interessante incontro intitolato “Videogiochi e nuovi media: una risorsa per il turismo”. Come può il videogioco diventare parte della promozione di territori e città? Come possono collaborare sviluppatori e istituzioni locali per sfruttare anche questo medium per esplorare la nostra storia e la nostra geografia?

chiuro
Il progetto “Chiuro, dal passato, il futuro” ricostruisce in 3D gli edifici del centro storico di Chiuro.

IViPro (Italian Videogame Program) si occupa di promuovere i contatti tra gli enti locali e gli sviluppatori di videogiochi e sta lavorando con NovaLudica, il Comune di Palmanova e la FVG Film Commission per valorizzare la città fortificata di Palmanova, costruita da Venezia a partire dalla fine del Cinquecento secondo una precisa planimetria stellata e il progetto di farne urbanisticamente una città (militare) “ideale”.

gears-of-war-4-palmanova
Palmanova, insieme al Forte di Fenestrelle, è stata ispirazione per “Gears of War 4” di The Coalition.

Andrea Dresseno, che dirige il progetto IViPro, parteciperà all’incontro con Massimo Agnese, direttore artistico di NovaLudica che organizza The Game Fortress – La fortezza del divertimento, Gianluca Novel di Film Commission FVG, Francesco Martines (sindaco di Palmanova), Raffaella Senesi (sindaco di Monteriggioni, una delle ambientazioni di “Assassin’s Creed 2”) e Tiziano Maffezzini (sindaco di Chiuro), Alberto Coco di Ubisoft Italia, Enrico Degrassi (amministratore delegato di Ikon Company) e Fabio Ferruglio (direttore di Friuli Innovazione).

assassin-creed-2-monteriggioni
Il Comune di Monteriggioni propone un tour nei luoghi in cui è ambientato “Assassin’s Creed 2”.

L’incontro vuole discutere le possibili sinergie tra territorio e arte interattiva, tra comuni e istituzioni e sviluppatori, mostrando se sia possibile sfruttare bandi per interventi e supporti economici allo scopo di creare videogiochi che raccontino storia e cultura dei nostri territori. Pensate per esempio a “The Great Palermo” di We Are Müesli, un videogioco accessibile al grande pubblico e capace di raccontare i luoghi, la storia e il cibo di strada di Palermo. L’incontro, a ingreso gratuito, “Videogiochi e nuovi media: una risorsa per il futuro” si terrà venerdì 30 giugno nel Teatro Gustavo Modena di Palmanova.