Microsoft all’E3 dedica la sua conferenza a Project Scorpio, Xbox One X

Microsoft ha aperto la sua conferenza all’E3, come previsto, mostrando la nuova Xbox, un tempo chiamata “Project Scorpio” e ora ufficialmente battezzata “Xbox One X”. Non si tratta di un vero salto di generazione, non è una console che sostituirà veramente Xbox One e Xbox One S, ma una console che si affiancherà a Xbox One diventando “il fratello maggiore” e più potente: quasi tutti i videogiochi acquistati (con eccezione di quelli in VR) gireranno su entrambe le console, ma su Xbox One X gireranno meglio (come accade giocando allo stesso gioco su computer diversi). Inoltre, tutti gli accessori per Xbox One funzioneranno su Xbox One S.

xbox-scorpio-x

Xbox One X sarà per Xbox One, quindi, più o meno quello che PlayStation 4 Pro è per PlayStation 4. La differenza tra PlayStation 4 Pro e Xbox One X, però, sta soprattutto nella potenza, che Digital Foundry ha già potuto esplorare in esclusiva. Mentre PlayStation 4 Pro non è esattamente una console 4K, una console capace di renderizzare i giochi a una risoluzione nativa di 4K (se non in alcuni casi eccezionali) e si basa su tecnologie di upscaling per aumentare la risoluzione dei giochi dopo il rendering, Xbox One X vuole essere davvero la prima console capace di far girare nativamente i videogiochi attuali a 4K. A questo si aggiunge la possibilità di leggere Blu-ray a 4K e il supporto per HDR. Xbox One X riesce a inserire tanta potenza, però, in quella che è attualmente la console Xbox più piccola disponibile. La presentazione di Xbox One X è stata una vera e propria prova di forza, pensata per dimostrare di aver effettivamente messo sul mercato la console più potente attualmente possibile e di aver giochi che sfruttano effettivamente questa potenza.

Questa potenza ha, però, un prezzo salato: Xbox One X sarà disponibile il 7 novembre 2017 a un prezzo di $500, un costo assai poco competitivo per una macchina, l’Xbox, già in difficoltà ad affermarsi sul mercato (in Giappone Xbox quasi non esiste, in USA vende la metà di PS4 e in Europa vende persino un terzo di PS4). Da quando Xbox One X è stata ufficialmente annunciata durante lo scorso E3 Microsoft si è sempre mostrata un po’ indecisa su come utilizzare la sua potenza, per esempio affermando sia che la console sarà inutile senza uno schermo 4K sia che non tutti i giochi useranno la maggior potenza di Scorpio per il 4K ma che gli sviluppatori potranno cercarne altri usi. Si tratterà, però, sempre di miglioramenti solo visivi: un gioco avrà gameplay identico su Xbox One e Xbox One X. L’importante esclusiva di Xbox One X è il VR, la Realtà Virtuale: mentre PlayStation 4 permette di usare PlayStation VR, e PlayStation 4 Pro garantisce solo prestazioni migliori e più stabili, i videogiochi in Realtà Virtuale saranno disponibili solo su Xbox One X, che quindi avrà effettivamente delle esclusive rispetto a Xbox One.