Samsung e LG saranno le prime ad usare batterie a stato solido

E’ una fonte giudicata altamente attendibile (un dirigente di Samsung SDI) ad assicurare che le batterie a stato solido entreranno in scena in un futuro ormai prossimo. C’è di più: la fonte in questione rivela che saranno Samsung e LG le prime aziende ad usare questo tipo di batterie sui propri smartphone. Una novità definita epocale e che, probabilmente, è stata resa necessaria dai disastri dello scorso anno del Samsung Galaxy Note 7.

Le batterie a stato solido utilizzano una rivoluzionaria tecnologia che si serve elettroliti solidi invece che liquidi. Ed è proprio la fuoriuscita di questi ultimi a provocare mini-esplosioni e piccoli incendi; episodi che hanno avuto il loro culmine col Note 7 ma che sono comuni praticamente a tutti i produttori di smartphone. Con la nuova tecnologia, superfluo sottolinearlo, tali rischi saranno praticamente azzerati.

Samsung SDI, comunque, non riuscirà a produrre queste batterie prima di un paio d’anni: impossibile vedere quindi questa novità sul futuro Samsung Galaxy S9, da molti additato come il primo device con questa tecnologia a bordo. Lo stesso si può affermare su LG Chem, la sussidiaria dell’azienda coreana: nemmeno LG G7 avrà le batterie a stato solido.

Un ulteriore aspetto rilevante è proprio quello relativo ai top di gamma: saranno questi i primi dispositivi a portare questa tecnologia in commercio, considerati i margini di guadagno di certo più ampi e i costi di produzione per la nuova tecnologia. Vedremo se nelle prossime settimane ne sapremo di più.

fonte Phonerena.com