Sony al lavoro su una fotocamera con sensore 3D per smartphone Xperia?

Le fotocamere integrate nei moderni smartphone hanno fatto passi da gigante negli ultimi anni. Da obiettivi di pochi megapixel siamo passati a sensori sempre più curati e sofisticati, ormai quasi paragonabili a quelli comunemente installati nelle fotocamere più performanti. Il progresso di certo non si ferma, motivo per cui Sony, uno dei produttori forse più attivi del settore, potrebbe essere la prima azienda a lanciare degli obiettivi fotografici tridimensionali.

Le applicazioni di una simile tecnologia sono molteplici e tutte utili per ideare sistemi all’avanguardia per il riconoscimento facciale. Mentre le attuali cellule fotografiche per smartphone si basano su un riconoscimento bidimensionale sul singolo livello di ripresa, la nuova tecnologia Sony consentirebbe di scansionare il volto dell’utente utilizzando una funzione biometrica su più strati quanto mai approfondita e sicura. Cosa significa tutto ciò? Prima di ogni altra cosa che nessuno potrà più sbloccare i telefoni cellulari semplicemente utilizzando una foto del proprietario: la scansione del volto, infatti, avviene tenendo conto anche e soprattutto della profondità dello spazio circostante.

Non si tratta di un rumor né tanto meno di un miraggio destinato a rimanere tale per lungo tempo. SoftKinect, società controllata dalla stessa Sony per la realizzazione dei sensori per i device Xperia, mostrerà questo prodigioso sistema al Mobile Word Congress di Shanghai in programma proprio questa settimana.

La tecnologia sembra molto promettente, speriamo solo che la sua concreta applicazione non richieda grandi attese.

fonte TechCrunch