News, guide su tecnologia (Android, Windows, iOS), Games e SocialMedia

Middle-earth Shadow of War mi farà importare la mia Nemesi da Shadow of Mordor

Warner Bros. Interactive Entertainment ha appena annunciato con un comunicato stampa una nuova interessante funzione per “La Terra di Mezzo: L’Ombra della Guerra” (“Middle-earth: Shadow of War”), chiamata “Nemesis Forge”. La Nemesis Forge arriva ora come aggiornamento nel gioco precedente della serie, “La Terra di Mezzo: L’ombra di Mordor” (“Middle-earth: Shadow of Mordor”) e il 10 ottobre 2017, quando uscirà “Middle-Earth: Shadow of War”, mi permetterà di portare la mia miglior Nemesi, quindi il mio peggior nemico,  e il mio miglior alleato da “Shadow of Mordor” a “Shadow of War”.

Penso che sia considerata come “miglior Nemesi” quella che viene poi riproposta dal gioco nel livello finale di “Middle-earth: Shadow of Mordor”, mentre per la prima volta scoprirò quale è stato il mio miglior seguace orco. Nemesis Forge è disponibile solo per le versioni Xbox One, PlayStation 4 e Steam di “Middle-earth: Shadow of Mordor”, e per presentarla Warner Bros. Interactive Entertainment ha anche rilasciato un nuovo trailer.

Se non avete ancora giocato a “La Terra di Mezzo: L’ombra di Mordor” potrete provarlo, gratuitamente, da oggi pomeriggio sino al 9 luglio su Xbox One e Steam e crearvi la vostra Nemesi personale, e il gioco sarà scontato dell’80% (!) sino al 17 luglio su Xbox One, sino all’11 luglio su PlayStation 4 e su Steam sino al 10 luglio. Il Nemesis Forge aggiunge continuità alla vera innovazione di “Middle-earth: Shadow of Mordor”: il Sistema Nemesis, un sistema di gestione dinamica dei nemici e della loro progressione che segue il giocatore le sue azioni. In “Middle-earth: Shadow of War” il Sistema Nemesis sarà ancora più grande, influenzerà intere regioni e anche la storia del gioco (mentre in “Shadow of Mordor” era più un sistema parallelo alla narrazione principale), e ogni mia azione avrà conseguenze definitive: non potrò neanche rigiocare una missione fallita, e dovrò accettare il cambiamento.