Sensore di impronte digitali sul 55% dei telefoni venduti

Stando a un report pubblicato da Strategy Analytics, il sensore di impronte digitali è ormai diventato un elemento irrinunciabile per qualunque smartphone di ultima generazione. L’analisi dimostra infatti che questo sistema di autenticazione è stato implementato sulla bellezza di 852 milioni di dispositivi venduti, che corrispondono al 55% del mercato mondiale.

Si tratta di una tendenza in continua ascesa, tanto è vero che se nel 2013 questa percentuale corrispondeva al 3%, nel 2014 il mercato degli smartphone con sensore di impronte a bordo era già salito al 10%. Questa percentuale è poi salita al 23% nel 2015, fino a toccare il 44% nel 2016, a riprova di come, di qui a breve, questa tecnologia finirà col riguardare la quasi totalità dei telefoni in commercio.

Il motivo per cui il sensore di impronte è tanto diffuso risiede fondamentalmente nel fatto che a prenderlo in considerazione non sono più solo gli smartphone di fascia alta, come poteva accadere all’inizio, ma anche smartphone di fascia media e persino di fascia bassa!

Alla luce di ciò, secondo Strategy Analytics, il sensore di impronte raggiungerà l’80% dei dispositivi da qui al 2020 (in sostanza, 1.45 miliardi di smartphone!). I sensori integrati nel display invece dovrebbero raggiungere il 2% dei dispositivi già entro la fine dell’anno in corso.

fonte Business Korea