Telling Lies sarà il seguito spirituale di Her Story di Sam Barlow

Su Variety è stato annunciato il nuovo progetto di Sam Barlow, designer di “Silent Hill: Shattered Memories” e direttore e scrittore dell’insolito videogioco investigativo “Her Story”. Il nuovo videogioco di intitola “Telling Lies” e sarà realizzato col supporto di Annapurna Pictures (“Zero Dark Thirty”, “American Hustle”, “Sausage Party”), che ha di recente messo su una divisione per i videogiochi (Annapurna Interactive, produttori di “What Remains of Edith Finch”).

In “Her Story” investigo in un vecchio database della polizia esplorando in ordine non cronologico spezzoni dell’interrogatorio di una donna sospettata dell’omicidio del marito. Le parti video sono riprese reali di un’attrice reale (Viva Seifert, che con la sua interpretazione regge da sola l’intero gioco). “Telling Lies” seguirà la lezione di “Her Story” e sarà nuovamente pensato come film interattivo, o almeno come opera composta da filmati con attori reali e dovrebbe permettere nuovamente di vivere la narrazione del gioco in modo non lineare. Il supporto di Annapurna Pictures, però, permetterà a “Telling Lies” di sfrutturare un budget superiore e attori presi da Hollywood.

“Telling Lies”, pur essendo “un seguito spirituale” di “Her Story”, avrà una storia completamente nuova, più personaggi e più luoghi e sarà secondo Barlow un thriller politico con 3-4 personaggi principali. “Immaginate Shame [2011] di Steve McQueen mescolato con La conversazione“, il film del 1974 di Francis Ford Coppola con Gene Hackman. “[gli anni Settanta] erano un’età del loro nell‘esplorazione dell’incontro tra governo, società e individui.” Le riprese delle parti dal vivo inizieranno tra fine 2017 e inizio 2018.

fonte Variety