ARK Survival Evolved ha una nuova data di uscita per PS4, Xbox One e PC

Studio Wildcard ha annunciato una nuova data di uscita per il suo survival con dinosauri “ARK: Survival Evolved”, che sarebbe dovuto uscire nella sua versione definitiva (se è possibile parlare di “versione definitiva” nel caso di un giocoservizio come questo) l’8 agosto 2017 dopo essere già stato posticipato rispetto alla data di uscita iniziale (giugno 2017). Lo sviluppo di “ARK: Survival Evolved” è iniziato tre anni fa, nell’ottobre del 2014, e il gioco è arrivato in Accesso Anticipato su Steam a giugno del 2015 e poi su Xbox One (tramite Xbox Game Preview) a dicembre.

Curiosamente, anche se il gioco è ancora in Accesso Anticipato, ha già ricevuto contenuti aggiuntivi a pagamento e, a partire da dicembre del 2016, è disponibile anche per PlayStation 4 (che non ha servizi di Accesso Anticipato come Steam e Xbox). “ARK: Survival Evolved” può essere giocato in molti modi diversi: può essere giocato come un single-player esplorativo in cui scopro un’isola piena di dinosauri e mi scontro contro grandi nemici, ma può anche essere un survival multiplayer in cui mi costruisco una base insieme ai miei compagni per sopravvivere ai pericoli del mondo esterno e agli attacchi degli altri giocatori. La possibilità di vivere “ARK: Survival Evolved” in modi diversi rispetto al classico survival open-world multiplayer con crafting è stata uno dei motivi del suo successo. E poi ci sono i dinosauri, certo.

“ARK: Survival Evolved” uscirà in versione fisica e digitale il 29 agosto 2017. “ARK: Survival Evolved” sarà disponibile in diverse edizioni: un’edizione base a €70 (per console) e €60 (per PC) contenente gioco base e contenuti aggiuntivi sinora rilasciati, una Explorer’s Edition (€110 per console, €100 per PC) con il Season Pass per i prossimi contenuti aggiuntivi “fino al 2018” e una Limited Collector’s Edition che troverete solo in versione retail presso alcuni rivenditori selezionati e solo per console (€180) con gioco, Season Pass, dossier cartaceo su tutte le creature, collane, mappa in tessuto, poster di Studio Wildcard e colonna sonora.

Prima dell’annuncio e dell’avvicinarsi della data di uscita “ARK: Survival Evolved” aveva prezzi ben diversi: costava la metà. L’aumento del prezzo, pre-annunciato dagli sviluppatori e poi applicato a partire da luglio, è stato ricevuto in modi diversi dalla comunità del gioco: alcuni hanno notato che era un evento ben noto e previsto e che chi voleva comprare il gioco con elevati sconti durante l’Accesso Anticipato ha avuto l’occasione per farlo, altri hanno mostrato più dubbi, bersagliando la pagina Steam di “ARK: Survival Evolved” con recensioni negative.

Ma è interessante, a riguardo del comportamento di Studio Wildcard, l’opinione di altri due sviluppatori importanti per l’Accesso Anticipato su Steam: Dean Hall (“DayZ”) e Garry Newman (“Rust”). Dean Hall ha espresso con chiarezza quello che pensa prima in un cinguettio su Twitter e poi in un’intervista a PC Gamer: è per lui inaccettabile che uno sviluppatore raddoppi il prezzo di un gioco, che Hall giudica ancora acerbo, perché è stata arbitrariamente decisa una data di uscita sugli scaffali rendendo necessario un prezzo “da retail”. Sottolineo che questa è però solo l’opinione di Hall: non è un dato di fatto che “ARK: Survival Evolved” non sia pronto a uscire dall’Accesso Anticipato. Però devo anche notare che su Steam le recensioni del gioco (particolarmente aggressive a partire dall’aumento di prezzo, quindi forse un po’ esagerate) parlino effettivamente di bug non risolti ormai da anni, glitch, crash e problemi di ottimizzazione e latenza trascurati a favore della creazione di sempre più materiale per sempre più piattaforme. Infine, a Dean Hall ha risposto Newman con una ancora più interessante provocazione: lui e Hall avrebbero solo da imparare da Studio Wildcard, uno studio che senza aver completato la versione PC di un gioco riesce a far sembrare accettabile l’arrivo del gioco su altre due piattaforme (Xbox One e PlayStation 4), sempre in Accesso Anticipato, e l’uscita di DLC a pagamento.