Jurassic World Evolution ci farà gestire un Jurassic Park

Frontier Developments, sviluppatore della serie “Elite: Dangerous” e di vari videogioco gestionali ambientati in parchi di divertimento e luoghi simili (“Planet Coaster”, “Screamride”, “Zoo Tycoon”…), ha annunciato lo sviluppo di “Jurassic World Evolution”. Come molte delle sue precedenti opere, “Jurassic World Evolution” sarà un videogioco in cui dovrò gestire un parco, stavolta pieno però di dinosauri clonati per il piacere del pubblico.

Un concetto di fondo simile a quello di “Jurassic Park 3: Park Builder”, distribuito nel 2001 da Konami per Game Boy Advance, di “Jurassic Park: Operation Genesis” di Blue Tongue Entertainment (ma sempre prodotto da Konami, in collaborazione con Universal Interactive) del 2003 e del videogioco per dispositivi mobili e Facebook “Jurassic Park Builder” di Ludia del 2012. “Jurassic World Evolution” è basato invece non sulla serie di “Jurassic Park” ma sul suo seguito, “Jurassic World”, iniziato nel 2015 con uno dei film più brutti che mi sia capitato di vedere negli ultimi anni. Sarà comunque ambientato sull’isola di Isla Nublar come il film originale.

A giudicare dal trailer, in “Jurassic World Evolution” dovrò occuparmi non solo di costruire il parco e di gestire le sue creature ma anche degli inattesi eventi che accadono sin troppo spesso quando si fanno giocare bambini con enormi galline assassine e senza piume. Perché, come ben spiega il dottor Ian Malcolm in “Jurassic Park” (1993) e, prima ancora, nel romanzo originale del 1990,“life… uh… finds a way”: “la vita vince sempre”  “Jurassic World Evolution” uscirà nell’estate del 2018 per PC, PlayStation 4 e Xbox One e accompagnerà il nuovo film “Jurassic World: Il regno distrutto” (che ha come tagline proprio “Life finds a way”).

fonte Eurogamer
lascia un commento