Moto Z2 Force già sotto accusa: il display non è a prova di graffi

Non è partita nel migliore dei modi l’avventura del Moto Z2 Force che di Force sembra aver davvero poco. Sì, perché nonostante il nuovo smartphone Lenovo di fatto ancora non sia arrivato sul mercato (clicca qui per conoscere le specifiche tecniche e il periodo d’uscita in Italia) è già finito sotto accusa per uno schermo non proprio esaltante dal punto di vista della resistenza.

La scintilla l’ha accesa un articolo piuttosto approfondito di Android Police, più in particolare del redattore Ryan Whitwam che ha avuto in “prova” lo smartphone per circa una settimana. Settimana che si è chiusa con la constatazione che rispetto al predecessore, il Moto Z2 Force è “due passi indietro” dal punto di vista dei materiali utilizzati. Per Whitwam si è snaturata completamente la natura “rugged” della linea Force, rimarcando i numerosi graffi che ha subito il tanto decantato display ShatterShield senza particolari “incidenti”. Anzi, l’autore dell’articolo sottolinea che “si potrebbe graffiare con una semplice unghia”.

La risposta di Motorola, anche se per molti nient’affatto soddisfacente, non si è fatta attendere: “Shatterproof non vuol dire che lo schermo sia anti-graffio. Motorola incoraggia l’utilizzo di pellicole protettive di terze parti per proteggere il display. Lo ShatterShield è stato oggetto di una continua evoluzione nelle sue tre generazioni e così sarà anche in futuro. In ogni modo l’unità recensita è una delle prima uscite dalla fabbrica, i consumatori avranno a che fare con unità migliorate in tal senso”.