PlayerUnknown’s Battlegrounds è il più grande successo del 2017 – Videogame Charts Weekly

Durante questo fine settimana (che è sempre un momento di picco per quanto riguarda i videogiocatori connessi contemporaneamente ai giochi) “PlayerUnknown’s Battlegrounds” (PUBG) è riuscito nella storica impresa di superare su Steam “Dota 2” di Valve come numero di giocatori contemporaneamente connessi, risultato a cui pochissimi giochi erano arrivati vicini.

PUBG e Dota 2
Confronto tra la crescita di “Dota 2” e la crescita di “PlayerUnknown’s Battlegrounds” su Steam. Dati e grafico da Steam Database.

“PlayerUnknown’s Battlegrounds” incassò 11 milioni di dollari nei primi tre giorni dopo il lancio in Accesso Anticipato, a marzo, a metà aprile aveva raggiunto un milione di copie, che sono arrivate a essere due milioni a maggioquattro milioni a giugno e sei milioni a luglio. Il risultato è ancora più impressionante considerando che “PlayerUnknown’s Battlegrounds” di Brandan Greene e Bluehole Studio, sparatutto arena ispirato al concetto di “Battle Royale” e nato come mod della mod “DayZ” per “ARMA 2” e “ARMA 3”, è disponibile a pagamento (costa €30), è ancora in Accesso Anticipato e non è stato ancora mai scontato.  “H1Z1: King of the Kill”, altra variante della Battle Royale stavolta con un gusto più arcade (sia di “PlayerUnknow’s Battlegrounds” sia dell’ancora più approfondito “ARMA 3”) e altro gioco a cui Brandan Greene ha direttamente collaborato, è stabilmente anch’esso tra le prime posizioni di Steam. Nessun altro designer può vantare di avere due giochi tra i cinque più giocati di Steam e di essere arrivato a minacciare stabilmente “Dota 2”. Interessante è anche notare come sia “Dota 2” sia “PlayerUnknown’s Battlegrounds” siano nati come mod (“Dota 2” nasce da “DotA”, mappa/mod sviluppata per l’editor di “Warcraft 3: Reign of Chaos”), così come “Counter-Strike: Global Offensive” (“Counter-Strike” è originariamente una mod di “Half-Life”) e “Team Fortress 2” (anche “Team Fortress” nasce come mod di “Half-Life”). Tra i sei giochi più giocati su Steam (“Dota 2”, “PlayerUnknown’s Battlegrounds”, “Counter-Strike: Global Offensive”, “Grand Theft Auto 5”, “H1Z1: King of the Kill” e “Team Fortress 2”)  solo “Grand Theft Auto 5” e “H1Z1: King of the Kill” non provengono da una mod, ma per quanto riguarda “H1Z1: King of the Kill” bisogna considerare il comunque stretto rapporto che ha con “DayZ: Battle Royale ” di Greene.

Il traguardo, il superamento di “Dota 2” in termini di giocatori connessi contemporaneamente, arriva a termine di una settimana positiva per “PlayerUnknown’s Battlegrounds”: il gioco ha superato le otto milioni di copie vendute (è il gioco più venduto in assoluto nel 2017) e durante la Gamescom ha tenuto un torneo (“PUBG Invitational”) che lo ha portato al suo record di spettatori su Twitch. L’attenzione su Twitch ha contribuito ad accrescerne il numero di giocatori a compratori, e Twitch è stato il grande promotore di questo gioco, che deve il suo successo alla semplicità del suo design (paracadutati sull’isola, recupera armi e risorse, uccidi gli altri giocatori) e alla conseguente facilità con cui può essere guardato in streaming e giocato senza grande preparazione, facilità a cui si combina una natura sandbox con una narrazione interamente affidata al gameplay e al sorgere di situazioni inaspettate capaci di mantenere alta l’attenzione del pubblico.

Nonostante il traguardo “PlayerUnknown’s Battlegrounds” non è ancora vicino a essere il videogioco più giocato su PC: ha battuto “Dota 2” raggiungendo 877.844 giocatori contemporanei (al secondo posto per giocatori contemporanei nell’intera storia di Steam, dopo 1.291.328 giocatori di “Dota 2” e davanti a 850.485 giocatori di CS: GO), ma “League of Legend” di Riot Games e Tencent (free-to-play) ne contava ben 7,5 milioni già nel 2014 e resta tuttora il gioco più guardato su Twitch, seguito proprio da “PlayerUnknown’s Battlegrounds” che in agosto è riuscito anche a superarlo durante una settimana pur non avendo nessun evento competitivo. PUBG è uscito in Accesso Anticipato a marzo su PC, uscirà in versione definitiva entro fine anno, arriverà anche su Xbox One (con supporto da parte di Microsoft Studios) come esclusiva console forse temporanea e avrà completo supporto per mod e modalità personalizzate, in modo che i giocatori possano portare “PlayerUnknown’s Battlegrounds” in nuove direzioni, come Greene ha fatto con “ARMA 2” e “DayZ”, trattando questo giocoservizio come una piattaforma da sviluppare. In Cina è già di moda aggiungere modalità Battle Royale ai videogiochi, e non è impossibile che il “Battle Royale” diventi con il tempo un vero e proprio genere indipendente, come il MOBA.

Videogame Charts Weekly è la rubrica settimanale di Webtrek che osserva e interpreta gli andamenti del mercato videoludico affidandosi alle opinioni di analisti dell’industria e a siti e agenzie come AESVISuperData ResearchGfk Chart-Track, che rende disponibile la classifica di vendita settimanale dei formati fisici dei giochi nel Regno Unito, GitHyp, che registra l’andamento dei giochi su Steam e su Twitch, e Media Create (attraverso Siliconera), che registra le vendite dei formati fisici (e di alcuni rivenditori online non specificati) in Giappone.