Rimodulazioni Wind, scattano i rincari anche per Noi Tutti, Noi Tutti Più e All Inclusive 1000

Non c’è tregua per i clienti Wind che, ormai da mesi, devono fare i conti con continue rimodulazioni (tradotto, aumenti).Oggi è arrivata la comunicazione ufficiale da parte dell’operatore riguardo i rincari che subiranno due delle tariffe più diffuse: parliamo di Noi Tutti, Noi Tutti Più e All Inclusive 1000.

Senza usare troppi giri di parole, Wind ha comunicato che nel caso di Noi Tutti e Noi Tutti Più l’aumento sarà nell’ordine di 2 euro ogni 28 giorni; mentre per All Inclusive 1000 ci si “limita” a 1.5 euro ogni 4 settimane. Rialzi, insomma, anche di una certa rilevanza. Il tutto giustificato dalla solita cantilena, ormai utilizzata quasi in automatico quando si tratta di comunicare tali decisioni: “L’aumento è dettato dalla modifica delle condizioni strutturali di mercato”.

Mentre sui social si sono ovviamente scatenate le proteste, ancora una volta, degli utenti, è bene segnalare alcuni particolari. L’aumento sarà effettivo dal primo rinnovo seguente al prossimo 10 settembre (l’operatore per legge è tenuto a comunicarlo via SMS o direttamente all’utente con 30 giorni d’anticipo). Per i clienti Wind c’è la possibilità di utilizzare a proprio vantaggio l’art. 70 comma 4 del CCE (Codice delle Comunicazioni Elettroniche) e chiedere quindi di recedere il contratto, senza alcuna penale o ulteriore spesa. Per far ciò, lo ricordiamo, sarà necessario inviare una raccomandata A/R, specificando la richiesta ed eventualmente i motivi, a quest’indirizzo: Wind Tre S.p.A. Casella Postale n. 14155, Ufficio Postale Milano 65 – 20152 Milano.

fonte Wind