Samsung punta su Galaxy Note 8: obiettivo 11 milioni di pezzi venduti

Koh Dong-jin, presidente della divisione mobile di Samsung, ha dichiarato senza tanti giri di parole che la società si aspetta di vendere più di 11 milioni di Galaxy Note 8. Proprio così: il colosso coreano ha intenzione di battere i risultati ottenuti con l’ultimo Note.

Questo obiettivo, che è comunque ambizioso e giustificato da ragioni evidentemente commerciali, assume ancora più valore se si considera che Galaxy Note 8 eredita un passato tutt’altro che roseo.

Dietro di lui infatti c’è un Note 7 che ha creato non poco scompiglio per via del famoso caso riguardante la vulnerabilità della sua batteria. Insomma, in passato sono stati commessi errori non di poco conto. Errori, che in questi mesi si sono sommati a un altro imbarazzante episodio: l’arresto del vicepresidente di Samsung per corruzione dell’ex premier della Corea del Sud (e di una sua influente amica).

Dong-jin ha anche fatto notare che le spedizioni verranno calibrate in maniera tale da non andare in concorrenza con la variante più grande di Galaxy S8 (S8+), che per ovvie ragioni potrebbe essere considerata sovrapponibile al Note 8. Un primo dato, indicativo dello stato delle cose, arriverà comunque per la metà di settembre, quando verranno diramati i primi numeri riguardanti l’andamento dei preordini.

fonte The Investor