Sansar è il nuovo Second Life pensato per la Realtà Virtuale

“Sansar” è il nuovo “Second Life”, un “Second Life” pensato per la Realtà Virtuale. Creato da Linden Lab, studio responsabile proprio di “Second Life”, “Sansar” è da oggi disponibile per tutti i giocatori in beta pubblica (qui) dopo un periodo in cui il suo mondo e i suoi strumenti sono stati resi disponibili solo a utenti e artisti selezionati che iniziassero a creare e popolare i suoi luoghi con le loro opere. Come in “Second Life” anche in “Sansar” sarà infatti fondamentale la creatività dei giocatori, che daranno personalmente forma al mondo e alle sue esperienze.

Sulla creazione, e il commercio, di opere virtuali si incentra anche il modello economico di “Sansar”: chiunque potrà modellare un oggetto tridimensionale come una sedia e poi venderlo agli altri giocatori. E Linden Lab si prenderà una quota di questa transazione. Un account gratuito dà a disposizione tre “esperienze”, tre spazi, luoghi virtuali in cui creare, un account “Creator” ($10) dà a disposizione cinque spazi e un percorso preferenziale nel supporto clienti, un account “Super Creator” comprende dieci spazi e risposte ancora più veloci dal supporto anche tramite chat e un account “Professional” ($100 al mese) dà venti spazi e supporto anche telefonico. Può sembrarvi costoso, ma considerate che vendere una sola opera al mese può bastare per pagare l’account e Linden Lab sta anche ideando modi per far pagare “tariffe di accesso” ai giocatori per partecipare a specifiche esperienze create dagli altri utenti.

Da giocatore, “Sansar” è quello che vi aspettate dagli autori di “Second Life”: posso crearmi un avatar, parlare, manipolare oggetti. Non è neanche necessario avere un dispositivo per la Realtà Virtuale per giocarci (potete provarlo anche usando solo tastiera e mouse), ma Linden Lab ha costruito questo gioco/spazio/comunità/mercato evidentemente pensando proprio alla VR. Come spazio/comunità per la Realtà Virtuale, “Sansar” si mette evidentemente in concorrenza con “Spaces”, l’applicazione VR di Facebook, ma la possibilità di creare e condividere le proprie esperienze con gli altri sembra dare alla nuova opera di Linden Lab qualche prospettiva in più.

lascia un commento