Android 8 Oreo, in arrivo una “guerra” coi produttori per la riduzione dei processi in background?

Quella che può essere definita come la principale feature di Android 8 Oreo alla fine potrebbe rivelarsi la scintilla per un clamoroso scontro frontale coi produttori di smartphone. Il changelog, pubblicato da poco, di Android 8.0 Oreo ha di fatto ufficializzato l’arrivo di una gestione molto “severa” dei processi in background.

I più “ossessionati” dai rallentamenti dei propri smartphone per un utilizzo eccessivo della RAM o i più attenti ai settaggi per un’ottimizzazione del consumo energetico e per una migliore autonomia della batteria hanno finalmente esultato. Android 8 Oreo promette di limitare in modo corposo i processi in background, per intenderci quelli relativi alle app non utilizzate al momento che però continuano ad operare “sotto-traccia” con conseguente dispendio di energia e consumo di memoria RAM.

La cosa potrebbe però non piacere ai produttori di smartphone che contano su una propria interfaccia, tanto che si vocifera di una sorta di aggiramento di questi paletti imposti da Android all’interno delle UI personalizzate. Google non potrebbe permettere un tale comportamento, senza considerare che sono già stati avvertiti anche gli sviluppatori delle app presenti su Play Store su un eventuale raggiro delle nuove norme. Tutto lascia pensare che alla fine la spunterà Google e che Android 8 Oreo riesca a operare al 100% su tutti i device, ma non si escludono ulteriori sviluppi nei prossimi giorni.

fonte Xda-Developers