Bethesda: il Creation Club non ha mod a pagamento

Il problema di una giusta retribuzione degli autori delle mod è un problema reale: sono persone che creano contenuti a volte fondamentali per i giochi, persone capaci di indirizzare il futuro di un genere e di risolvere problemi su cui gli sviluppatori tardano a intervenire. I giochi di Bethesda Games sono un chiaro esempio della necessità delle mod (per esempio per avere impostazioni funzionanti per la grafica di “Fallout 4” su PC) e Bethesda ha tentato in vari modi di intervenire sulla questione, prima rendendo vendibili su Steam le mod per “The Elder Scrolls 5: Skyrim” e poi con il Creation Club.

Perché il Creation Club, il nuovo servizio di Bethesda, consiste sostanzialmente di mod, gratuite altrove, commissionate da Bethesda e vendute tramite un sistema di micro-transazioni: oggetti speciali, skin per oggetti, nuove opzioni di personalizzazione. Bethesda ci tiene però che non vengano considerate mod a pagamento, come spiega Pete Hines a Tek Syndicate: “Uno dei motivi per cui non sono mod a pagamento è che quando [gli autori] lavorano per noi lo fanno per lavoro. Non vengono pagati solo se la loro roba vende, ma vengono pagati come appaltatori per tutto il percorso, quindi non hanno rischi.” E fin qui capisco il ragionamento.

“Non è diverso da quando esce un videogioco e, se non ti piace perché pensi che non sia buono come qualcosa che è pure gratuito o come una qualche mod su cui qualcuno sta lavorando, allora non lo compri. Non capisco quale sia il prolema.” È una difesa che ho già sentito: “Abbiamo messo queste cose a pagamento ma non perché vogliamo che le compriate”. Il punto è che attualmente i contenuti del Creation Club sono deboli, davvero equivalenti a quelli disponibili in mod gratuite, e se non dobbiamo considerarle mod gratuite allora sono skin e oggetti acquistabili per un gioco single-player con micro-transazioni. Non so se la situazione migliora e spero di non vederle mai inserite in forzieri dal contenuto casuale acquistabili con valuta reale.

fonte Tek Syndicate
via Rock, Paper, Shotgun