iPhone 8, e se lo Sleep/Wake diventasse una sorta di tasto home fisico?

Ci separano otto giorni dalla presentazione di iPhone 8 (oltre ai meno citati iPhone 7s e 7s Plus). Non c’è tempo più per rumors o indiscrezioni sulle caratteristiche generali del melafonino del decennale, ma sui dettagli si discute ancora. E molto.

Oggi è ancora una volta lo sviluppatore Guilherme Rambo a rivelare un’interessante soluzione che permettere ad Apple, in un certo modo, di ovviare all’assenza del tasto home fisico. Rambo ha cinguettato su Twitter: “e se il tasto d’accensione diventasse il tasto home?“, specificando in seguito – pressato dai suoi followers – di aver scoperto nelle linee di codice (probabilmente dell’ultima beta di iOS 11) una nuova gesture che permetterà di attivare Siri senza il canonico “Hey Siri”. Ebbene, la soluzione sarebbe il tasto Sleep/Wake, posizionato sul lato, che in questo caso servirebbe ad attivare l’assistente virtuale senza alcun comando vocale. Vedremo.

Intanto dal solito Benjamin Geskin arrivano ulteriori indicazioni sui prezzi di iPhone 8. Ancora una volta viene confermato che siamo sull’ordine dei 1.000 dollari che – probabilmente – diventerebbero 1.100 euro in Italia. Parliamo della versione da 64 GB di storage interno, mentre per quelle da 256 e 512 GB si va verso i 1.099 e 1.199 dollari.