Qualcomm Snapdragon 845: i primi test single core confermano un SoC di altissimo livello

I chip Qualcomm Snapdragon rappresentano ad oggi i SoC (system-on-chip) prediletti dalla stragrande maggioranza di produttori di smartphone Android. Anche per le varianti di fascia medio-bassa i test hanno sempre dimostrato ottimi livelli di potenza ed efficienza, stabilendo più e più volte punti di riferimento per qualsiasi target di mercato. Chiaramente l’attenzione dei più si dirige verso i veri top di gamma, quegli alti livelli che, attualmente, vengono rappresentati dallo Snapdragon 835 integrato in dispositivi come il Samsung Galaxy S8 o l’attesissimo Galaxy Note 8. Come ormai accade ciclicamente da diversi anni a questa parte, tuttavia, il 2018 porterà con sé lo Snapdragon 845, nuova iterazione dei chip Qualcomm di fascia alta per il mercato di telefoni e tablet. Che ci crediate o no, i primi test sono già stati resi pubblici dal noto leaker “Ice_Universe“, il quale ha pubblicato online i presunti risultati di una prova condotta con la CPU.

Secondo quanto scritto sul social network cinese Weibo dall’insider, lo Snapdragon 845 avrebbe totalizzato in un test condotto da Geekbench un punteggio di ben 2600 punti in single core, superando notevolmente il chip A9 di Apple ma posizionandosi qualche gradino sotto all’A10 Fusion (oltre 3000 punti), la componente processuale mobile ad oggi più performante.

Come se non bastasse, la casa di Cupertino presenterà quasi sicuramente il nuovissimo chip A11 con il debutto di iPhone 8, una mossa che potrebbe seriamente relegare lo Snapdragon 845 ad una posizione di “inferiorità” rispetto alla controparte per melafonini. Chiaramente in questo contesto entrano in ballo moltissimi fattori (velocità di clock, ottimizzazione software, ecc.), motivo per cui bisognerà conoscere decisamente più informazioni di adesso per determinare un effettivo distacco qualitativo fra i due SoC.

fonte Wccftech