Migliori app IPTV

Il termine IPTV rappresenta l’acronimo di Internet Protocol Television. Si tratta, quindi, di uno standard di trasmissione che usa la rete Internet per trasmettere flussi video e, più nel dettaglio, per trasmettere programmi televisivi. Le app IPTV permettono, quindi, di utilizzare il proprio dispositivo ed una connessione ad Internet per accedere a tantissimi contenuti televisivi, sia on demand che, soprattutto, live. Per sfruttare queste applicazioni è sufficiente inserire una playlist di canali, da individuare in rete tramite una breve di ricerca.

L’utilizzo di app IPTV offre, quindi, tantissimi vantaggi per gli utenti che, senza dover utilizzare antenne, parabole o decoder, possono facilmente accedere a programmi televisivi utilizzando una connessione ad Internet. E’ chiaro che per poter sfruttare questo sistema è necessario avere a disposizione una connessione ad Internet flat, quindi senza limiti di tempo o di traffico, dotata di una velocità sufficiente a garantire una visione fluida dei contenuti scelti. La velocità minima richiesta per poter accedere ad uno streaming soddisfacente dipende da diversi fattori. Una connessione a banda larga tramite rete in fibra ottica è, in ogni caso, più che sufficiente per sfruttare al massimo queste applicazioni.

Di fatto, grazie alle app IPTV è possibile accedere a canali televisivi in tutto il mondo senza dover avere a disposizione le periferiche necessarie ad accedere alla TV tradizionale. Tutto quello di cui si avrà bisogno è un dispositivo in grado di collegarsi ad Internet. Come vedremo di seguito, è possibile sfruttarle su smartphone e tablet e su molti altri dispositivi come PC e portatili. La configurazione di questo tipo di app richiede pochi minuti e alcuni semplici passaggi, facilmente accessibili anche agli utenti meno esperti.

E’ importante sottolineare, inoltre, che l’accesso ad alcuni canali tramite queste applicazioni senza autorizzazione ufficiale o abbonamento legalmente acquistato è da considerarsi illegale. In rete è possibile, infatti, utilizzare queste applicazioni per accedere a contenuti a pagamento (è il caso delle pay TV italiane ad esempio) senza pagare l’abbonamento all’azienda che eroga tale servizio.

ATTENZIONE: questa guida è stata redatta al solo scopo informativo pertanto lo staff e la redazione di Webtrek non si prende alcuna responsabilità in caso di uso illegale di alcune delle app proposte.

Indice (clicca i link qui sotto per saltare alla sezione dell’articolo che più ti interessa)

IPTV Extreme

GSE SMART IPTV

Lazy IPTV

Kodi

IPTV Extreme

Tra le migliori app IPTV disponibili per dispositivi mobili troviamo IPTV Extreme, scaricabile da tutti i device dotati di sistema operativo Android 4.1 o versioni successive direttamente dal Play Store. Dopo una breve installazione, l’app sarà subito pronta per l’uso. Come anche anche altre applicazioni che vedremo di seguito, IPTV Extreme non contiene playlist e canali. Per sfruttare l’app, quindi, sarà necessario aggiungere una nuova playlist. Una volta aperta, l’applicazione chiederà all’utente l’aggiunta della playlist. Le opzioni disponibili per completare quest’operatore sono tre: “IPTV EXTREME PORTAL”, “FILE O LINK PALYLIST” e “XTREAM CODES PORTAL”.

Una volta aggiunta una playlist (è anche possibile inserire un nome per identificare rapidamente la playlist stessa), IPTV Extreme sarà pronta per essere utilizzata al massimo delle sue potenzialità. L’interfaccia principale include un elenco dei canali disponibili e sarà sufficiente premere sul canale di nostro interesse per aprire un menu con diverse funzioni disponibili (Riproduci, Guida TV, Download/Registra, Aggiungi/Rimuovi Preferito etc). La navigazione è decisamente semplice e fluida e sarà semplice per tutti gli utenti sfruttare al massimo l’app.

Per procedere alla visione sarà sufficiente scegliere Riproduci. Nel caso il lettore integrato di default non è in grado di riprodurre il video, è consigliabile installare VLC per Android o MX Player e scegliere l’opzione Riproduci con.. Una volta effettuata la scelta del player video si darà il via alla riproduzione del canale. Con uno swipe verticale sarà possibile alzare e abbassare il volume mentre toccando la parte alta dello schermo si potrà accedere a diverse opzioni come la possibilità di selezionare le tracce audio ed i sottotitoli o di adattare il video allo schermo.

Dalla sezione Impostazioni, riconoscibile dalla tradizionale icona a forma di ingranaggio, si potrà accedere a diverse opzioni “tecniche” per personalizzare al meglio la visione dei video e, più in generale, il funzionamento di IPTV Extreme. Per uscire dal player video sarà, invece, necessario effettuare un doppio tap sul tasto indietro.

Tornano alla schermata principale dell’app, invece, potremo selezionare un PIN, dall’icona del lucchetto in alto, e accedere ad altre opzioni dell’app tramite i tre puntini posizionati in alto a destra. Tra queste opzioni troviamo l’elenco delle playlist, le impostazioni, le funzioni backup/restore e la sezione dedicata alle programmazioni con la possibilità di impostare un timer.

IPTV Extreme è disponibile gratuitamente tramite il Play Store dove può contare su di un punteggio medio di 3.9 su 5 basato su più di 5 mila giudizi. E’ possibile scaricare l’app da questo link: IPTV ExtremeL’applicazione è disponibile anche in versione Pro al costo di 1,19 Euro e senza alcuna pubblicità. Per scaricare questa versione è possibile utilizzare questo link: IPTV Extreme Pro.

GSE SMART IPTV

Un’altra valida alternativa per chi è in cerca di un app IPTV da utilizzare su dispositivi mobili è, senza dubbio, rappresentata da GSE SMART IPTV, disponibile per tutti gli smartphone ed i tablet Android (4.0 o versioni successive) e per device iOS (versione 9.0 e successive). Come nel caso precedente, l’app in questione non contiene alcuna playlist. L’utente, in ogni caso, può procedere al caricamento dei propri contenuti utilizzando il menu laterale e selezionando una delle opzioni disponibili.

Andando in Playlist locali si potrà accedere ai contenuti salvati sul proprio dispositivo. Tra le altre opzioni troviamo la possibilità di caricare playlist con FTP e di inserire link a playlist disponibili sul web. Anche in questo caso, quindi, l’utente ha la possibilità di personalizzare al massimo il software andando ad aggiungere i contenuti di proprio interesse in modo semplice ed immediato. Il posizionamento delle opzioni disponibili nel menu laterale cambia a seconda della versione di GSE SMART IPTV utilizzata (Android o iOS). In ogni caso, l’interfaccia dell’app è molto semplice e intuitiva e, quindi, anche gli utenti meno esperti non avranno problemi nel padroneggiare tutte le funzioni disponibili.

GSE SMART IPTV è disponibile, gratuitamente, per smartphone e tablet Android e per dispositivi iOS. E’ possibile scaricare l’app utilizzando i seguenti link: GSE SMART IPTV per Android – GSE SMART IPTV per iOS. Direttamente all’interno dell’app è possibile effettuare l’upgrade ad a GSE SMART IPTV PREMIUM, disponibile al costo di 2,09 Euro per Android e 4,49 per iPhone, che elimina la pubblicità in-app.

Lazy IPTV

Un’altra interessante alternativa per chi cerca un’app IPTV per device Android e iOS è rappresentata da Lazy IPTV, un’applicazione completa in grado dotata di diverse funzioni aggiuntive che, di certo, risulteranno particolarmente comode all’utente. Come per le altre applicazioni illustrate in precedenza, è importante sottolineare come questo software non includa alcuna playlist di canali. Sarà compito dell’utente individuare la playlist da caricare.

Per caricare una nuova playlist sarà sufficiente andare nel menu laterale, disponibile con un veloce swipe, e scegliere l’opzione Aggiungi nuova playlist. E’ possibile inserire una nuova playlist in Lazy IPTV da file, da Internet (via URL) o dagli appunti. Una volta completato l’inserimento, l’app sarà pronta per essere utilizzata al massimo delle sue potenzialità.

Tornando alla schermata principale dell’applicazione e scegliendo Gestione playlist si accederà a tutte le playlist caricate nell’applicazione con una schermata di facile navigazione e gestione. Selezionando la playlist che si vuole consultare si accederà all’elenco dei canali inclusi. L’applicazione non presenta un player integrato e, alla prima riproduzione, chiederà all’utente quale applicazione utilizzare per riprodurre il flusso video.

Dal menu in alto a destra della schermata principale della playlist si accederà a diverse opzioni con la possibilità di ordinare i vari canali, modificare la vista degli stessi, scegliendo tra elenco, icone e barre, o ancora inserire la numerazione. Dalla lente di ingrandimento posta in alto, si può, inoltre, sfruttare la funzione cerca per individuare rapidamente il canale desiderato. La schermata principale di Lazy TV include anche una sezione Preferiti ed una sezione Cronologia che andranno a semplificare, di molto, l’accesso ai canali che l’utente utilizza più spesso. E’, inoltre, possibile impostare un Promemoria ed effettuare una ricerca rapida del canale.

Dal menu laterale, inoltre, si potrà accedere anche alla sezione Impostazioni che include diverse opzioni per personalizzare il funzionamento dell’applicazione partendo dall’interfaccia, ad esempio è possibile cambiare il tema e la lingua, ed arrivando alle funzioni avanzate ed al sistema di controllo genitori che permette di impostare una password all’avvio. Sempre dalle Impostazione è, inoltre, possibile selezionare il player esterno da utilizzare per visualizzare i vari canali.

Da notare, infine, la possibilità di effettuare un back-up in un file da salvare sulla memoria esterna (non è presente una funzione di sincronizzazione con un cloud) per conservare tutti i dati delle playlist, i preferiti, la cronologia  tutte le altre informazioni inserite nell’app in modo da poter configurare rapidamente Lazy TV su di un altro dispositivo utilizzando la funzione Ripristino dati da file. 

E’ possibile scaricare l’app su tutti gli smartphone ed i tablet Android (versione 4.0 o successive) e sui dispositivi iOS (versione 9.3 o successive). Per procedere al download dell’app è sufficiente cliccare sui link proposti qui di seguito: Lazy IPTV per Android e Lazy IPTV per iOS. 

Lazy IPTV

Kodi

Disponibile su diverse piattaforme, Kodi è uno dei media-center più utilizzati e diffusi in assoluto. L’utente ha la possibilità di sfruttare Kodi come un’app IPTV effettuando una serie di passaggi per la configurazione. Come primo passo, dopo l’installazione, l’applicazione sarà disponibile in lingua inglese. Per impostare l’italiano sarà necessario accedere alle impostazioni, dall’icona dell’ingranaggio, e scegliere l’opzione relativa alle impostazioni dell’interfaccia dove sarà possibile modificare la lingua scaricando l’add-on con l’italiano. Il cambio della lingua non va ad alterare le funzioni dell’app.

A questo punto sarà necessario abilitare la funzione IPTV in Kodi. Per effettuare questo passaggio sarà sufficiente andare nella sezione Add-on disponibile nella colonna di sinistra per poi scegliere l’opzione I Miei Add-on (scopri qui i migliori add-on Kodi del momento. A questo punto dalla nuova finestra scegliere Client PVR e, quindi, selezionare l’opzione PVR IPTV Simple Client e premere il tasto Abilita per completarne l’attivazione. Ora sarà necessario selezionare l’opzione Configura e, quindi, scegliere la voce URL playlist M3U per inserire l’URL della propria playlist e premere Ok.

Completati tutti i passaggi indicati, sarà necessario riavviare l’applicazione per poter utilizzare Kodi come un’app IPTV a tutti gli effetti. Dalla schermata principale di Kodi, dopo il riavvio, si potrà andare in TV, opzione disponibile nella colonna a sinistra già visitata in precedenza, per scorrere la lista dei canali inclusi nella playlist caricata. Tali canali saranno visualizzati in colonna e sarà facile per l’utente individuare il canale da visionare nel player integrato nell’applicazione. Da notare, inoltre, come tornando nella schermata principale vi sarà una scheda con i canali riprodotti di recente che andrà a velocizzare l’utilizzo delle funzioni IPTV.

Naturalmente Kodi, in qualità di media-center, presenta un gran numero di funzioni aggiuntive e consente di catalogare e visionare la propria libreria aggiungendo film, serie TV, musica e video musicali. L’applicazione include tantissimi add-on che vanno a personalizzare ulteriormente il funzionamento di Kodi con la possibilità, per l’utente, di sfruttare al massimo tutte le potenzialità incluse nel programma. Kodi è estremamente versatile e può essere sfruttato, senza problemi di alcun tipo, in molti modi. Sta all’utente scegliere come utilizzare le funzioni incluse in Kodi per un intrattenimento multimediale completo.

Kodi è disponibile, gratuitamente, per un gran numero di dispositivi. E’ possibile scaricare l’app su smartphone e tablet Android, su PC Windows, anche tramite app scaricabile dal Windows Store, su Linux, su MacOS e dispositivi iOS e su diversi altri dispositivi. Per tutti i dettagli in merito a Kodi, l’elenco dei sistemi operativi compatibili ed i link diretti per procedere al download è possibile consultare il sito ufficiale Kodi.tv.

Kodi

ATTENZIONE: qual è il modo migliore per utilizzare le applicazioni IPTV direttamente sulla propria TV? Secondo noi è tramite l’utilizzo di una mini PC Android! Ecco qui i migliori che abbiamo selezionato per voi attraverso la nostra guida dedicata: I migliori mini PC Android e TV box

ATTENZIONE 2: vuoi vedere film gratis in streaming in maniera del tutto legale, semplice e gratuita? Ecco i migliori servizi e siti web per farlo, clicca il seguente link per scoprire come fare: film gratis in streaming: i migliori siti e servizi

Potrebbe piacerti anche