WhatsApp Plus: perché è meglio non utilizzarlo e cosa si rischia

WhatsApp Plus, a prima vista, sembra una nuova versione di WhatsApp. L’applicazione non è disponibile nei canali che normalmente utilizzate per aggiornare o scaricare le vostre applicazioni ma è scaricabile solo ed unicamente tramite apk. Generalmente tutti noi utilizziamo Google Play come luogo per ricercare nuove app o per aggiornarle. Se vi è capitato di sentire delle informazioni da qualche vostro amico riguardo questa versione, la prima cosa che vi sentirete dire è che non è così immediata da scaricare. Questa infatti non è gestita dalla piattaforma di Google Play, esiste solo infatti l’APK da scaricare tramite un link esterno a Google Play. Altra cosa curiosa è che possiede la stessa icona dell’applicazione originale ma di colore azzurro. E questo punto qualche dubbio potrebbe insinuarsi nei vostri pensieri.

Davvero strano che un’applicazione come WhatsApp, di diffusione mondiale, molto affidabile ed entrata ormai nell’immaginario collettivo di oltre un miliardo di persone, decida di cambiare il colore della propria icona da verde ad azzurro. Non trovate? Basta questo infatti per capire che il fumetto rotondo di colore verde con la cornetta bianca, evidentemente non è immune dal rischio di imitazione da parte di altre app. Anzi, esistono tantissime versioni non ufficiali di WhatsApp che tentano in tutti i modi di imitare l’app ufficiale.

WhatsApp Plus (e praticamente tutte le versioni a lei associate) a prima vista propone diverse novità interessanti che la pongono come un vero e proprio potenziamento del vostro classico WhatsApp. Potete disabilitare le chiamate, personalizzare la grafica della vostra chat con sfondi molto belli e accattivanti, potrete rendere nascosto il vostro accesso agli altri e via dicendo. Inoltre molte sono le opzioni di grafica che rendono l’applicazione estremamente personalizzabile e versatile. Per non parlare della possibilità di condivedere immagini e video a risoluzione personalizzabile. Certo non è così immediata da installare e poi sarebbe meglio fare un backup dei contatti e soprattutto delle conversazioni. Però se siamo amanti del glamour e vogliamo stupire tutti i nostri amici con emoticons e colori sgargianti forse abbiamo trovato l’app che fa per noi. Ma attenzione!!! Prima di buttarci a capofitto immaginando di rendere più bella la sua grafica e di fare mirabolanti condivisioni di foto e video ad altissima risoluzione, forse dovremmo fare un’analisi più attenta di cosa stiamo realmente facendo.

Capire WhatsApp Plus conoscendo i principali pregi di WhatsApp

Ma torniamo per un momento indietro e soffermiamoci un poco sulle caratteristiche del nostro buon vecchio WhatsApp per capire se cambiare lo sfondo della nostra chat preferita può essere un motivo sufficiente per imbarcarci in nuove installazioni.

L’applicazione di messaggistica più diffusa al mondo è nata nel 2009 ad opera di due sviluppatori provenienti dalla società IT Yahoo, Jan Koum eon. Il nome, semplice ed intuitivo, deriva dall’espressione in lingua inglese What’s up che significa Cosa Succede? Come va? Tutto ok? L’applicazione, inizialmente sviluppata in ambiente iOS, è stata poi adattata ed elaborata allo scopo di diventare veloce, abbastanza maneggevole e soprattutto multipiattaforma. Ad oggi è pressoché diffusa in ogni ambiente anche se i vecchi sistemi operativi verranno man mano esclusi dal suo utilizzo per via dei problemi di supporto e compatibilità.

Ovviamente la sicurezza è sempre un punto nodale e dal 2016 nell’applicazione viene implementata la criptografia end-to-end che consente solo all’utente destinatario di leggere e usufruire della messaggistica e degli allegati in comune solamente con gli utenti presenti nella conversazione. Tale tecnologia ne rende uno strumento affidabile, con un alto livello di privacy e molto difficilmente intercettabile.

ATTENZIONE: però WhatsApp non è assolutamente l’unica valida applicazione di chat presente sul mercato. In realtà ne esistono tante altre che in alcuni casi sono anche migliori! Scopri qui di seguito le migliori alternative: Le migliori app di chat alternative a WhatsApp

Criticità di WhatsApp Plus: perché può non valerne la pena scaricarlo ed usarlo

WhatsApp Plus non è scaricabile da Google Play

L’applicazione non è scaricabile da Google Play, esiste solo la versione in file android package (apk) di WhatsApp Plus. Google Play è lo store online per eccellenza dove cercare e scaricare le nostre app, sia gratuite che a pagamento. Il fatto che un’app sia presente in Google Play non è sicuramente una garanzia della qualità del suo funzionamento ma almeno lo staff di Google effettua controlli sulla bontà generale dell’applicazione e i suoi scopi. In linea di principio uno dei principali motivi per cui è meglio diffidare in toto di queste applicazioni è che, non essendo ufficiali e non comparendo nello store di Google Play, possono diventare facilmente un veicolo di virus e malware dannosi per il nostro smartphone e per la nostra privacy.

Fare attenzione al backup contatti e conversazioni

Per far funzionare WhatsApp Plus dovrete disinstallare la vostra versione “originale” di WhatsApp, quella vera e propria di colore verde. Rischierete quindi di perdere le conversazioni, le immagini e i video presenti nell’app originale. Questo sopratutto se non siete abili nel fare e re-integrare i backup.

Migliora la grafica. Però…

Le importanti novità che il gruppo di programmazione di WhatsApp Plus sono ad un occhio attento per lo più rivolte alla grafica come l’aggiunta di sfondi personalizzati alla chat e le modifiche grafiche in senso più generale. Esiste anche la possibilità di accedere ad un database contenente un numero superlativo di emoticons, caricare foto e video a grandezza originale e nascondere l’ultimo accesso. Sembra abbastanza ovvio che il caricamento di video e foto a grandezza originale non è per niente un plus, semmai è un problema visto che la maggior parte di questi sono file di grandezza eccessiva e che la velocità del vero WhatsApp è dovuta sicuramente al fatto di sfruttare tecnologie di compressione e di condivisione all’avanguardia. In pratica sfruttando questa funzionalità di questo software rischierete di trovarvi lo smartphone impallato ad ogni messaggio multimediale (in ingresso o in uscita). Per il resto il valore aggiunto di tale applicazione non è realmente stimabile in benefici concreti, semmai diventa un mero miglioramento grafico ed estetico di nessun rilevante vantaggio per l’utilizzatore medio. Ad una analisi più attenta, quanti di voi sarebbero disposti a cancellare irrimediabilmente tutte le vostre conversazioni WhatsApp per avere qualche migliaio di emoticons in più e un po di grafica accattivante?

Problemi per la privacy e conversazioni non più crittografate

Va evidenziato che le chat in WhatsApp Plus non sono crittografate. Quindi se userete tale applicazione, dopo aver cancellato le vostre conversazioni e aver aperto le porte a malware che possono teoricamente accedere ai vostri dati (anche di pagamento!), non sarete nemmeno più in un ambiente sicuro e protetto per la vostra messaggistica. Teoricamente in questo modo le vostre conversazioni, i video e le immagini potrebbero essere predate da hacker senza scrupoli. Un bello svantaggio rispetto alla versione normale di WhatsApp che invece usa un sistema di criptografia end-to-end e che quindi risulta assolutamente sicura sotto questo punto di vista. Non trovate?

Possibilità di essere bannati da WhatsApp

Oltre che presentare problemi di funzionamento WhatsApp Plus vi farà correre ulteriori rischi sgradevoli e pericolosi. Molti utenti che lo hanno usato hanno riportato di essere stati bannati da WhatsApp nella versione originale. Il ban potrà essere sia temporaneo (per qualche giorno) che definitivo.

Sembra che alcune particolari versioni di questo software abbiano sistemato in qualche modo questo problema (almeno, così è promesso dalle loro descrizioni). Però a nostro avviso il rischio di non poter usare l’applicazione originale associandola ad un numero di telefono rimane in ogni caso anche con queste versioni “sicure”…

Potrebbero interessarti anche questi articoli!

Conclusioni:

WhatsApp Plus è quindi un’applicazione priva di sistemi di sicurezza e criptazioni end to end ed incapace di portare del vero valore aggiunto all’applicazione originale.

ATTENZIONE: se dopo aver letto attentamente questo articolo pensate di voler dare comunque una chance a questo servizio vi consigliamo di leggere questo nostro approfondimento: WhatsApp Plus: cos’è e come utilizzarlo

Potrebbe piacerti anche