Come creare app Android facilmente senza programmazione

Le applicazioni sono la potenzialità più grande del sistema operativo Android. Ormai ci sono così tante app Android gratis che gli smartphone e i tablet con il sistema operativo del robottino verde stanno spesso sostituendo anche i PC con Windows 10. Online, e nello specifico nel market di applicazioni di Google per Android, le migliori app sono milioni, e la maggior parte di queste si possono scaricare gratis. Ci sono applicazioni per il lavoro e la produttività, videogiochi, app per ascoltare musica, per modificare immagini, video e di tantissimi altri tipi. Siamo arrivati al punto che la tecnologia e la programmazione si sono così evolute che possiamo utilizzare i telefoni cellulari per soddisfare i nostri bisogni di tutti i giorni, come trovare hotel, ristoranti, usare la navigazione con le mappe e tanto altro.

Purtroppo c’è una cosa molto importante per quanto riguarda le applicazioni utili che di solito è molto difficile: creare app Android. Essendo Android un sistema operativo nato da Java, per creare le applicazioni c’è bisogno di conoscere i codici dei linguaggi di programmazione. Se non si studia un linguaggio di programmazione in modo approfondito non lo si può mai capire e quindi non si può creare una applicazione da zero. Tuttavia, come quando si vuole creare siti web gratis, ci sono dei modi, o meglio dei servizi, che permettono di creare applicazioni Android facilmente senza saper programmare. Sia chiaro però, con questi servizi non potrete creare app complesse e piene di funzionalità, ma solamente applicazioni di base che contengono poche feature. Questo perchè si tratta spesso di servizi con gli elementi da inserire nell’app già pronti, e tali elementi ovviamente sono limitati.

Non possono mai essere presenti in un servizio già pronto tutti gli elementi possibili e immaginabili per creare una applicazione: per quello esiste la programmazione e si devono scrivere righe e righe di codice che cambiano per ogni contesto. Se volete però creare un’app semplice dalle funzionalità basilari, magari solo per far conoscere un vostro servizio o sito web, oppure un tool leggero per poche operazioni, questa guida potrebbe fare per voi. Vi abbiamo mostrato una guida con le migliori app Android per salute e attività fisica. E poi vi abbiamo anche mostrato un’altra guida con le migliori app per sfondi e suonerie Android. Con questa nuova guida vogliamo spiegarvi tutti i migliori metodi che esistono per creare app Android facilmente senza programmazione.

AppGeyser

creare app android

Il servizio che vi stiamo per mostrare serve per creare tanti tipi di app relative al mondo del web, ma anche non. Riguardo siti web e pagine, sono molti coloro che oggi giorno aprono un blog oppure un sito web al fine di cercare di sbarcare il lunario. Il problema è che spesso questa gente è ben poco esperta per quanto riguarda la programmazione informatica, ma allo stesso tempo vuole aumentare la sua audience. Creare una applicazione di un sito web o di un blog è una cosa molto vantaggiosa per i lettori di tale blog. Questo perchè su smartphone effettuare le operazioni da una applicazione è molto più facile che aprire il browser e navigare su un sito web. Attraverso la app Android si possono direttamente vedere i titoli di un sito senza fronzoli. E si evita di digitare l’indirizzo sul sito web e di visualizzare un’interfaccia che è molto meno immediata essendo realizzata spesso anche per PC (a meno che non si tratti di responsive design). Ecco perchè creare app Android di un sito web può essere molto vantaggioso per un blogger.

Per creare app Android per un sito o anche per una pagina Facebook, Twitter, un canale YouTube o qualsiasi altra cosa, un servizio molto efficiente si chiama Appgeyser. Una volta aperto il sito cliccate su Create App per iniziare: vi verrà chiesto di registrarvi. Potete farlo semplicemente accedendo da Facebook, così non avrete bisogno di compilare alcun form o effettuare alcuna conferma di registrazione. Fatto ciò nella maschera che appare scegliete sito, messenger, browser o altro a seconda del tipo di app che volete creare. Esatto, questo servizio non serve solamente per creare app di siti e blog, ma anche per tante altre cose. E’ possibile creare un’app di messaggistica, un browser e tanto altro. Se volete creare l’app di un sito è fondamentale che inseriate nel campo di Website l’indirizzo esatto del sito per il quale state per creare app Android, altrimenti non funzionerà. Qualsiasi app abbiate creato, una volta che avete finito cliccate su Download Test your app. Apparirà l’iconcina di una freccetta: toccateci sopra e potrete scaricare l’app gratis. In alternativa potete anche scansionare il QR Code attraverso una applicazione QR Scanner che potete trovare sul Play Store.

Vi lasciamo il link diretto al sito: AppGeyser

AppArchitect

creare app android

AppArchitect è un sito che permette di creare app Android tramite un sistema molto simile al WYSIWYG (What you see is what you get) che si utilizza per creare facilmente i siti web e senza conoscere i linguaggi HTML, PHP e così via. In pratica il servizio utilizza il metodo del drag and drop: ciò vuol dire che potete semplicemente selezionare gli elementi grafici da aggiungere all’app e trascinarli all’interno della sua interfaccia utente. Un modo più facile di questo per creare app Android non esiste, perchè potrebbe essere utilizzato anche da un bambino che a stento sa leggere.

Per iniziare accedete al sito ufficiale del servizio cliccando sul link che trovate alla fine di questo paragrafo. Inserite un nome utente, una e-mail ed una password, dopodichè. Cliccate poi su Set up for personal use only e poi scegliete Continue. Nella nuova finestra che si apre non dovete fare altro che cliccare su Create new app, e poi scegliere un metodo di autenticazione affinchè i vostri utenti possano creare creare un account. Si consiglia di scegliere Facebook in modo tale da non portare gli utenti ad effettuare fastidiose registrazioni da confermare. Adesso scegliete il nome dell’app ed inseritelo nel campo App Title, dopodichè scegliete l’URL con la quale volete farla apparire sul servizio, poi date la conferma. Cliccando su New page potrete iniziare a progettare la prima pagina dell’interfaccia utente dell’applicazione, dove potrete aggiungere facilmente tutti gli elementi che vorrete. Quando avrete finito cliccate su Publish & Launch sulla parte inferiore dello schermo per creare l’app e pubblicarla ufficialmente.

Vi lasciamo il link diretto al sito: AppArchitect

Web2APK

creare app android

Web2APK è un altro servizio che permette di creare applicazioni principalmente per siti web e pagine, ma anche se è meno funzionale il suo utilizzo è molto più semplice e immediato della precedente alternativa che vi abbiamo già mostrato. Questo servizio permette di creare app Android che si possono utilizzare non solo in verticale ma anche in orizzontale con una ottimizzazione specifica anche per i tablet. Utilizzare questo servizio è molto facile e non ha bisogno nemmeno di particolari spiegazioni. Basta inserire il nome della applicazione, l’indirizzo web del sito per il quale volete creare l’app, il nome dell’app e la sua icona. Per utilizzare Web2APK accedete al sito ufficiale di cui trovate il link alla fine di questo paragrafo e poi cliccate su Create app.

Vi lasciamo il link diretto al sito: Web2APK

Web2APK: AppMakr

AppMakr è un sito che permette non solo di creare app Android molto facilmente, ma anche app iOS da poter utilizzare sui dispositivi Apple come iPhone e iPad. Attraverso la creazione di app tramite questo servizio è possibile non solo crearle e scaricarle, ma anche pubblicarle sullo store del sito in via del tutto gratuita. Questo sito ha una community molto popolata di gente che può scaricare le vostre app, e vi permetterà di risparmiare i soldi per creare un account per sviluppatori al fine di pubblicare le app sul Play Store (come vi spieghiamo nell’ultimo paragrafo di questa guida). Ma andiamo a vedere subito come iniziare.

Prima di tutto aprite il sito di AppMakr attraverso il link che trovate alla fine di questo paragrafo. Quando siete sul sito inserite il nome che volete dare alla vostra applicazione e poi cliccate su Get started! per cominciare. Adesso avete bisogno di effettuare l’autenticazione, e potete farlo accendendo con il vostro account di Facebook, Twitter o anche l’account Google che usate sul vostro smartphone. Di nuovo, nella maschera che appare, inserite il titolo dell’app, completando il modulo con il vostro nome e il vostro indirizzo di posta elettronica. Una volta completato il form cliccate su Start my app per iniziare a creare app Android. Con questa applicazione potete utilizzare il drag n drop per aggiungere elementi nella interfaccia utente della vostra applicazione, ossia semplicemente scegliere gli elementi dal menu e trascinarli nella pagina dell’app.  E’ possibile inserire dei link, delle foto, delle notizie e tanto altro, e potete anche collegare l’applicazione ai social network o alle previsioni meteo, per fornire ai vostri futuri utenti un servizio più completo possibile. Si può cambiare la grafica dell’app attraverso il menu Appearance, e si possono anche cambiare gli elementi predefiniti attraverso la voce Specs/Info. Con la voce Live preview potete visualizzare la vostra app in anteprima con una sorta di schermo virtuale dello smartphone. Quando avete finito di personalizzare e aggiungere tutti gli elementi dell’interfaccia utente all’interno dell’app, potete cliccare su Next per andare avanti. Aggiungete poi gli elementi finali e cliccate di nuovo Next. Ora vi verrà chiesto se utilizzare la modalità Free o quella a pagamento. La prima permette di pubblicare le app solamente sullo store di AppMakr, mentre quella a pagamento farà arrivare le vostre app anche sul Play Store di Android. Scegliete la modalità e poi cliccate su Publish your app now per salvare e poter scaricare la vostra app.

Vi lasciamo il link diretto al sito: AppMakr

Come pubblicare app Android sul Play Store

Se avete utilizzato uno dei metodi mostrati sopra siete finalmente riusciti a creare app Android. Ma adesso c’è un altro problema: portare la gente a scaricare le vostre app per usufruire del vostro servizio o farvi guadagnare soldi attraverso la pubblicità o il prezzo che volete stabilire. Quasi sempre chi crea una applicazione ha bisogno che la scarichino in tanti affinchè possa fare successo. Il modo più efficiente affinchè una app possa essere conosciuta da tutti e registrare un alto numero di download è la pubblicazione sul market ufficiali delle applicazioni di Android: il Play Store di Google.

Tanto per iniziare, per poter pubblicare una applicazione Android che avete creato sul Play Store necessitate della creazione di un account per sviluppatori. Il metodo è quindi creare un nuovo account Google e convertirlo in account per sviluppatori, oppure convertire un account già esistente.  Se non possedete già un account, cliccate sul seguente link per poter creare un account Google. Inserite Nome, Cognome e il resto dei dati per compilare il form e poi cliccate su Passaggio successivo per completare la registrazione. Vi verrà inviato un SMS di conferma dal quale dovete prendere un codice con il vostro cellulare e inserirlo nella apposita barra di testo che apparirà. Fatto ciò accedete al seguente link per convertire il vostro account Google in un account sviluppatori. Per diventare sviluppatori è purtroppo richiesto il pagamento di 25 euro, una misura presa da Google non solo per guadagnare, ma anche per evitare che chiunque possa pubblicare un’app, e quindi per ridurre delle potenziali app dannose sul Play Store. Una volta che avete ottenuto il vostro account per sviluppatori cliccate su questo link per accedere alla Google Play Developer Console. Cliccate adesso sulla voce Tutte le applicazioni, e poi scegliete Aggiungi nuova applicazione. Nella maschera che vi troverete di fronte scegliete una lingua per l’app e poi impostate il titolo ed il nome dell’app che volete debba mostrare il Play Store. Infine cliccate su Carica APK per effettuare l’upload su Google Play. Con la voce Produzione pubblicherete la vostra versione definitiva, mentre con Alpha e Beta potete pubblicare versioni non definitive da testare ulteriormente.

Potrebbe piacerti anche