Spotify aumenta a 10mila il numero dei brani scaricabili per la modalità offline

Spotify ha annunciato un’importante novità che di certo farà piacere ai tanti utenti “Premium” che amano ascoltare offline i brani scaricati dallo sterminato catalogo presente sulla piattaforma. Prima con un intervento pubblicato su Rollingstone.com, poi il post ufficiale arrivato anche sulla pagina di supporto ufficiale in italiano: da oggi sarà possibile salvare fino a 10mila brani, su cinque dispositivi diversi appartenenti però allo stesso account.

Insomma, un salto considerevole visto che il limite era fissato in precedenza a 3.333 brani per tre dispositivi: in pratica si passa da 10mila a 50mila brani che potranno essere oggetto di download e poi ascoltati offline, una quantità quintuplicata.

Va sottolineato che era stata la stessa community di Spotify a spingere verso questa modifica: le proteste sui social erano ormai all’ordine del giorno, considerato anche che tale limite non è praticamente mai citato dall’azienda prima del passaggio all’utenza “Premium“. Chissà se anche l’altro limite oggetto di critiche degli utenti, quello dei 10mila brani cumulabili nella propria libreria personale, sarà presto oggetto di revisione.

Ricordiamo che lo scorso aprile Spotify aveva lanciato la sua nuova app che rendeva il servizio molto più appetibile anche a coloro che non hanno attivo un abbonamento mensile (clicca qui per maggiori info).

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.