Samsung Galaxy S10e, l’ex Lite stavolta vuole essere protagonista assoluto

Non si chiama più “Lite” e, in effetti, tutto sembra (anche considerato il prezzo non irrisorio) fuorché una versione economica del top di gamma: Samsung Galaxy S10e ha tutto per essere considerato un “mini top di gamma”, con le dovute differenze rispetto ai modelli S10 e S10 Plus.

Samsung Galaxy S10e arriva con un display AMOLED piatto (ecco la prima vera differenza) da 5.8 pollici in Full HD+, aspect ratio 19:9, densità di 522 ppi e rapporto screen to body pari al 91,6%. Il vero salto di qualità rispetto al passato è il processore, lo stesso del modello standard: c’è quindi l’Exynos 9820 con CPU a otto core (processo produttivo a 8 nm), 6 GB di memoria RAM e 128 GB (espandibili) di storage interno.

Sulla scocca posteriore è presente una doppia fotocamera da 12+16 MP. Il sensore principale (un grandangolo) vanta un’apertura variabile tra f/1.5 e f/2.4, oltre che OIS e messa a fuoco automatica. Il sensore da 16 MP è un ultra-wide con apertura f/2.2. Lo zoom ottico arriva a 0.5x il digitale a 8x. La fotocamera anteriore di Samsung Galaxy S10e è integrata ovviamente nel foro circolare piazzato in alto a destra nel display ed ha una risoluzione da 10 MP (apertura f/1.9).

Nella norma la batteria da 3.100 mAh con ricarica Fast Wireless Charging 2.0 e Wireless PowerShare, da segnalare il sensore per le impronte digitali piazzato sul lato (è integrato col pulsante d’accensione), altoparlanti ottimizzati AKG e audio surround Dolby Atmos.

Samsung Galaxy S10e gira su Android Pie 9.0 con interfaccia proprietaria One UI e, proprio come i “fratelli maggiori” vanta una certificazione IP68. Lo smartphone è già disponibile al preordine (Samsung Galaxy S10e Smartphone, Bianco (Prism White), Display 5.8", 128 GB Espandibili, Dual SIM [Versione Italiana]) e sarà in commercio dall’8 marzo nelle colorazioni Prism White, Prism Black, Prism Green e Canary Yellow al prezzo di 779 euro.

Potrebbe piacerti anche