OnePlus 7 sarà impermeabile ma senza certificazione IP

Il prossimo 14 maggio conosceremo gli attesissimi OnePlus 7 e 7 Pro. Il produttore, dopo aver di fatto già ufficializzato diversi particolari sulla scheda tecnica, ha oggi confermato una strategia che porta avanti ormai da diversi anni: anche i prossimi top di gamma saranno impermeabili, anche se mancherà la certificazione IP68.

Mentre su Twitter è stato condiviso un piccolo teaser in cui si fa riferimento a questa caratteristica dei due smartphone, ad approfondire l’argomento ci ha pensato il CEO dell’azienda, Carl Pei. E, proprio come già sottolineato in passato, OnePlus preferisce risparmiare soldi su questo fronte per tenere i suoi prodotti a prezzi concorrenziali. Insomma, come ricorda il tweet, la “certificazione per la resistenza all’acqua ti costa soldi”.

Pei ricorda che, restando in termini “pratici”, la certificazione IP serve a poco o nulla. Il dirigente ricorda, ad esempio, che né OnePlus né altri competitors che vantano la certificazione, riconoscono in garanzia i danni che arrivano dall’ingresso di liquidi nello smartphone.

Senza dimenticare che per gli incidenti “comuni” (uno smartphone che cade in una pozza d’acqua o il contatto con la pioggia), i test che vengono svolti in laboratorio (e quindi ciò vale anche per OnePlus 7) sono più che sufficienti per garantire l’impermeabilità. Un ragionamento che, francamente, non fa una grinza.

Lo stesso discorso vale anche per OnePlus 6t, proposto da Amazon ad un prezzo interessante: OnePlus 6T Midnight Black (Nero Opaco) 8 + 128 GB, Snapdragon 845

Potrebbe piacerti anche