Cos’è la ricarica Wireless Reverse, e quali cellulari lo portano

Fino ad un buon 10 anni fa, l’unico modo per ricaricare il nostro cellulare era attraverso l’alimentatore. Ma l’evoluzione è stata rapida nei suoi passi, e così abbiamo potuto vedere la ricarica rapida in più modelli, raggiungendo anche un’elevata quantità di Watt (anche fino a 50!) per ricaricare la nostra batteria in meno di 30 minuti.

Nel frattempo, un’altra tecnologia ha iniziato a crescere di pari passo con il sistema di ricarica tramite cavo: l’alimentazione senza fili, altrimenti definita come Wireless.

La ricarica Wireless sembra offrire dei miracoli per chi è sempre rimasto legato ad un filo: permette di ricaricare la batteria del cellulare usando delle onde particolari. A tutto questo c’è un piccolo limite comunque, non possiamo esattamente ricaricare il cellulare portandolo in giro. Dobbiamo comunque poggiarlo su una basetta capace di trasmettere quelle onde, il quale non hanno una grossa lunghezza che va oltre il paio di centimetri. Una limitazione che, se vogliamo, è anche per la nostra salute.

All’inizio, la ricarica Wireless era poco più d’un lusso. Lenta e che non dava alcuna possibilità all’utente di controllare le ultime notifiche se non alzando lo Smartphone e perdendo così momentaneamente la ricarica, ha sempre perso il confronto che il sistema di ricarica classica: sempre più potente e stabile, supportata da più cellulari.

Ma è chiaro che con un po’ di pazienza, questi limiti erano per lo più sormontabili. E così è stato: al giorno d’oggi la ricarica senza fili è più potente (anche se non ancora al livello del filo, come sempre, si parla di 20 Watt raggiunti finora) e ricarica in tempi decenti la nostra batteria.

Ma qualcos’altro ha iniziato a diventare più popolare fra i cellulari e i portatili. Questo sistema si chiama Reverse Charge e permette – così come dice il nome – di effettuare una ricarica all’inverso. Il senso più preciso di questo termine?

 

Ecco cos’è la ricarica Wireless Reverse, e quali cellulari lo portano

 

E’ possibile connettere un cellulare all’altro (attraverso la porta dedicata per il Reverse) e quello che otterrete sarà una ricarica da una batteria all’altra!

Alcuni fondamentali esempi possiamo trovarli in cellulari come lo Zenfone 3 Max dell’Asus,  il quale permetteva di ricaricare altri dispositivi attraverso una porta dedicata. Ricaricare Power Banks o altri Smartphones era così possibile, grazie alla (allora) capiente batteria del cellulare.

Ora che abbiamo compreso la natura di questo sistema di ricarica, è chiaro che era solo questione di tempo, prima di vedere il reverse charge anche per il Wireless, chiamata anche Wireless Reverse Charge.

Sono usciti di cellulari che possono, infatti, ricaricare qualsiasi dispositivo che supporta il Qi attraverso una comunicazione senza fili a distanza ravvicinata.

Volete sapere di che modelli parliamo? Eccoli, al momento, tutti:

 

Samsung Galaxy S10, S10+ e S10e

 

Tutta la serie S10 supporta il reverse charge senza fili, una funzione aggiunta quasi appositamente per le Galaxy Buds visto che supportano questo sistema di alimentazione.

E’ certamente un’aggiunta apprezzata, specialmente per quel che riguarda l’S10e che rappresenta la versione più economica del trio. L’efficacia di questa ricarica dipende un po’ dal modello.

Ad esempio l’S10+ ha 4100mAh e l’S10e ha 3100mAh. Il rischio di ritrovarsi all’asciutto con quest’ultimo ci sta tutto, ma se è per ricaricare qualcosa di piccolo, sta sempre bene.

Amazon link – Samsung Galaxy S10e Smartphone, Giallo (Canary Yellow), Display 5.8", 128 GB Espandibili, Dual SIM [Versione Italiana]

 

Huawei Mate 20 Pro

 

Si può dire di tutto sull’Huawei, ma nessuno protesterà mai sulla qualità dei cellulari che hanno prodotto. Il Phablet Mate 20 Pro è uno splendido esempio di telefonia, tanto che supporta anche il reverse charge senza fili.

La sua enorme batteria da 4200mAh permette di dar la carica a qualsiasi cosa desideriamo.

Amazon link – Huawei Mate 20 Pro (Black) più Cover Originale, Telefono con 128 GB, Display Oled 6.39" QHD+, Processore Octa Core dinamico con Intelligenza Artificiale [Versione Italiana]

 

Huawei P30 Pro

 

Altro cellulare dello stesso marchio, non meno meritevole. Potente ed affidabile come il Mate 20 Pro, anche questo Smartphone permette di effettuare il reverse charge in maniera completamente wireless.

Nonostante le difficoltà che sta vivendo la casa, non si può evitare la qualità che offre questo Smartphone, nemmeno con i suoi 4200mAh.

Amazon link – Huawei P30 Pro 16,4 cm (6.47") 8 GB 128 GB Dual SIM ibrida 4G Nero 4200 mAh

Potrebbe piacerti anche