Huawei, ultimo sorriso prima del crollo? 100 milioni di smartphone spediti in 5 mesi del 2019

Questa mattina Huawei ha presentato la gamma Nova 5 e il nuovo processore Kirin 810 (qui e qui troverete maggiori info a riguardo), ma c’è stato anche spazio per fare un piccolo resoconto di quella che è stata la prima parte di questo 2019. Le cifre più interessanti sono quelle relative alle spedizioni degli smartphone, soprattutto perché potrebbe rivelarsi l’ultimo dato positivo, quest’anno, per il colosso asiatico.

Ebbene, in cinque mesi le spedizioni hanno toccato quota 100 milioni. Si tratta di un numero ovviamente ragguardevole, per giunta in linea con gli obiettivi stagionali di Huawei: vale la pena ricordare che l’azienda, a fine 2018, parlò di 250 milioni di smartphone spediti nei 12 mesi successivi, traguardo che sarebbe poi stato l’apripista al sorpasso su Samsung nel 2020.

Lo scenario, però, è destinato a cambiare radicalmente a brevissimo. L’ormai celeberrimo ban arrivato dagli Stati Uniti e, di conseguenza, da Google, ha già fatto rivedere le stime al ribasso: Huawei si aspetta una contrazione del 40-60% delle spedizioni smartphone, senza crescita di fatturato.

E’ complicato prevedere quale sarà il futuro a medio termine, molto dipenderà dalle scelte che l’azienda compirà per quanto riguarda il sistema operativo. Di certo la riduzione delle spedizioni dei recenti P30 (ne abbiamo parlato ieri in questo articolo) non è un segnale incoraggiante.

A proposito: Huawei P30 può essere acquistato su Amazon a questo link Huawei P30 (Black) Smartphone + Cover Trasparente, 6GB RAM, Memoria 128 GB, Display 6.1" FHD+, Processore Kirin 980, Tripla Fotocamera Posteriore 40+16+8MP, Fotocamera Anteriore da 32 MP [Italia]

Potrebbe piacerti anche