Samsung Galaxy S11, novità in vista per il sensore impronte digitali

Al di là della questione relativa alla possibile “fusione” con la gamma Galaxy Note, di Samsung Galaxy S11 si sta già parlando da qualche settimana, coi primi rumors su quella che ovviamente sarà una scheda tecnica di assoluto livello.

Oggi è GalaxyClub a parlare di un dettaglio molto interessante e forse troppo sottovaluto dai produttori: le dimensioni del sensore per le impronte digitali integrato nel display. La tecnologia è ormai utilizzata da un paio d’anni, anche se è stata sdoganata su vasta scala solo in questo 2019. Samsung ha preferito attendere e offrire una tecnologia senza difetti (ad ultrasuoni) prima di optare per questa soluzione: il debutto è arrivato sul Galaxy S10.

Stando a quanto dichiarato dalla fonte in questione, Samsung è intenzionata ad aumentare (e di molto) l’area che sarà occupata dal sensore di prossima generazione. Si passerebbe da un’area di 34 mm² sull’S10 a 64 mm² del Samsung Galaxy S11, praticamente il doppio.

Un buon passo in avanti a tutto vantaggio dell’usabilità dello smartphone, anche se è facile immaginare un rapido sviluppo da questo punto di vista. Il nuovo sensore sarà realizzato con GIS, azienda taiwanese che punta nel 2020 alla produzione di massa di un lettore ultrasonico con superficie di 600 mm². A quel punto la precisione richiesta per far riconoscere la propria impronta digitale sarà soltanto un lontano ricordo…

Samsung Galaxy S10 è intanto in vendita su Amazon. Ecco il link: Samsung Galaxy S10 Smartphone, Display 6.1" Dynamic AMOLED, 128 GB Espandibili, RAM 8 GB, Batteria 3400 mAh, 4G, Dual SIM, Android 9 Pie, [Versione Italiana], Prism White

Potrebbe piacerti anche