Intel è una di quelle società che hanno avuto l’onore di poter chiudere il 2014 con il segno più: la compagnia di Santa Clara ha diffuso i risultati finanziari di quello che ormai è l’anno appena trascorso. Numeri che descrivono un fatturato record pari a 55.9 miliardi di dollari, in crescita del +6% rispetto al 2013. Un risultato eccezionale ottenuto anche per merito di grandi investimenti effettuati nei reparti di Ricerca e Sviluppo (cresciuti del 5%), ma per lo più derivato dalle ottime risposte commerciali che sono state registrate per quanto riguarda le vendite dei PC.

Dai documenti risulta infatti che il comparto PC gode di un fatturato da 34.7 miliardi, segnando un +4% rispetto al 2013; ma dati in netta crescita vengono rilevati anche sui Data Center (+18%) e sul cosiddetto Internet delle Cose (+19%). Stabile è invece il reparto Software che segna un timido +1% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

L’aumento di fatturato e di ricavi netti trova quindi una spiegazione altamente razionale, anche se un dato che francamente in tutto questo mare di positività sembra stonare un po’, effettivamente c’è: si tratta di quello riguardante la divisione Mobile attualmente data in perdita di un sonoro -85%. Eppure Intel si è data da fare sia per quel che riguarda il mercato dei tablet sia per quanto attiene il segmento degli smartphone, ma qualcosa, evidentemente, sembra essere andato storto (come ad esempio l’aver speso risorse per fidelizzare i produttori di dispositivi mobili?).

via: documenti Intel

Voglia di acquistare un performante processore Intel Core i7 al miglior prezzo? Clicca qui!

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]