Google: richiesto codice fiscale agli utenti per acquisti dal Play Store

In questi giorni molti utenti accusano di aver ricevuto una email da Google dove viene richiesto il codice fiscale in seguito a una nuova normativa europea, con la paura che fosse phising o frode. Non c’è nulla di cui preoccuparsi: l’email è ufficiale, da parte di Google, e viene inviata a tutti gli utenti che sono residenti nei Paesi membri dell’Unione Europea proprio alla luce di una modifica nelle leggi comunitarie. La motivazione è presto detta: gli acquisti avvenuti all’interno del Play Store.

Sì, perché Google deve poter calcolare correttamente l’IVA sugli acquisti del proprio store online, e quindi risulta un dato fondamentale. La procedura per poter inserire il codice fiscale su Google Wallet è elementare, e viene descritta da Google stessa all’interno della email, che noi vi riportiamo per dovere di cronaca.

Gentile utente, Le scriviamo per comunicarle che, a seguito di una recente modifica delle leggi dell’Unione Europea (UE), abbiamo bisogno del suo codice fiscale per poter determinare l’IVA corretta per gli acquisti da Google. Questa informazione è necessaria anche per poterle fornire fatture con IVA corrette. Per aggiornare i suoi dati fiscali, proceda nel seguente modo: Visiti la pagina https://wallet.google.com, Faccia clic sul pulsante a forma di ingranaggio nell’angolo in alto a destra, Faccia clic su “Modifica” nella riga dei dati fiscali nella tabella, Inserisca i suoi dati fiscali e Faccia clic sul pulsante Salva, È tutto.

Quindi, invitiamo gli utenti a non allarmarsi in quanto non si tratta di nessuna truffa, ma è tutto regolare e atteso da tempo, in seguito alle decisioni della comunità europea. Pertanto, potete tranquillamente inserire il vostro codice fiscale e continuare gli acquisti come da protocollo, dormendo con sogni tranquilli.