News, guide su tecnologia (Android, Windows, iOS), Games e SocialMedia

E3 Sony – Commento e tutti gli annunci della conferenza

Con Sony le chiacchiere stanno a zero. La conferenza del colosso giapponese per l’E3 2016 di Los Angeles è stata un tripudio concentrato di giochi, giochi e giochi. Un’ora e venti circa che è volata via tra pochissime parole e tantissimi fatti: fatti che in questo caso assumono la forma dei giochi che prossimamente potremo giocare su PlayStation 4. Non c’è stato spazio neanche per il nuovo hardware: PlayStation 4 Neo di fatto esiste, è già stata confermata ufficialmente in un’intervista ma, come era stato anticipato, si è preferito non darle al momento le luci della ribalta. Nonostante Microsoft abbia deciso di svelare sia il modello slim di Xbox One, sia la relativa versione potenziata, anticipando di fatto la concorrenza. Sony però si trova in quella situazione di forza in cui può fare praticamente quello che vuole: sa che PlayStation 4 vende e vende bene, quindi può prendersela comoda. Anche se ci aspettiamo di vedere i piani per il futuro del marchio entro la fine di quest’anno: la storia di questo settore ci ha insegnato che chi si adagia troppo sugli allori è destinato a rimanere indietro.

E3 Sony – Commento e tutti gli annunci della conferenza: This is For the Players

days gone e3 sony playstation

Ricordando quanto aveva fatto Microsoft all’E3 2007 per la presentazione definitiva di Halo 3, Sony si serve di un’orchestra per svelare al mondo God of War. Il nuovo capitolo della serie sorprende la platea non soltanto per l’impressionante aspetto grafico, ma anche per uno stile totalmente diverso dai predecessori. C’è ancora Kratos, è ambientato dopo la fine di God of War 3, ma c’è anche il figlio del protagonista e un gameplay che suggerisce un approccio più ragionato e diverso dagli action frenetici che hanno sempre contraddistinto la saga. Un cambiamento ambizioso che ha già diviso i fan: staremo a vedere.

Se ne è parlato tanto nei mesi scorsi e viene finalmente svelato il nuovo progetto di Sony Bend, il team autore della saga Syphon Filter su PlayStation e PlayStation 2. Il gioco si chiama Days Gone e si tratta di un titolo post-apocalittico ambientato nel Pacifico di Nord Ovest degli Stati Uniti d’America. Inizialmente con un trailer, sul palco è stata presentata anche una demo, che ha mostrato la presenza di zombie voraci e velocissimi, che ricordano le ondate del film World War Z. Agli zombie segue l’attesissimo The Last Guardian, che ha finalmente una data di uscita: 25 ottobre 2016.

Si prosegue quindi con un’altra esclusiva, Horizon Zero Dawn, il nuovo progetto degli autori di Killzone che si mostra con una demo veramente in forma, forse il gioco che ha convinto di più durante la conferenza. Non ci si ferma un attimo e arriva il turno di Detroit: Become Human, il nuovo gioco di Quantic Dream (Heavy Rain e Beyond su PS3), di cui viene svelato un trailer che mostra le varie possibilità di scelta e le relative conseguenze che si avranno su una singola scena, figurarsi sull’intera storia. Solita grande ambizione del team di sviluppo, da valutare poi a prodotto finito.

Horizon Zero Dawn PS4 e3 sony

Arriva poi il momento del secondo annuncio: Kitchen, una demo PlayStation VR che si rivela essere a sorpresa Resident Evil 7. Il gioco comprenderà infatti una modalità tutta dedicata alla Realtà Virtuale. Sul palco viene annunciata la data di uscita e, per la gioia dei fan, la pubblicazione della demo: già disponibile per gli abbonati PlayStation Plus. L’occasione è utile per parlare in maniera più chiara di PlayStation VR: vengono confermati prezzo e data di uscita (13 ottobre a 399 euro) e ovviamente mostrata una carrellata di giochi e modalità specifiche che comprendono Batman: Arkham VR, Final Fantasy XV, Star Wars Battlefront e altri ancora.

Il momento nostalgia, che ormai sembra diventato una prassi delle conference Sony, tocca questa volta a Crash Bandicoot. Per un attimo si spera in un clamoroso ritorno con un nuovo capitolo della saga, in realtà Sony e Activision annunciano semplicemente una collaborazione che porterà i primi tre capitoli rimasterizzati su PlayStation 4. Inoltre, il protagonista verrà incluso come personaggio giocabile nel prossimo Skylanders. Ok, non ci sarà il ritorno che tutti si aspettavano, ma meglio di niente! Si passa a un trailer di LEGO Star Wars: Il Risveglio della Forza, che serve ad annunciare la disponibilità della demo su PlayStation Store.

Arriva il momento del grande annuncio: sul palco sale Hideo Kojima, fresco di “indipendenza” dopo anni di lavoro presso Konami, e lo fa presentando il suo progetto esclusivo per PlayStation 4, Death Strandings. Il trailer, che peraltro conferma Norman Reedus nei panni del protagonista, è interessante ed evocativo, ma l’impressione è che per il lancio bisognerà aspettare ancora un po’. C’è anche il tempo per un piacevole annuncio: un videogioco dedicato a Spider-Man sviluppato in esclusiva per PlayStation 4 dai ragazzi di Insomniac Games (i creatori di Ratchet and Clank). Infine, la conferenza si chiude quasi improvvisamente con una demo di Days Gone. Alcune voci in rete sostengono che in realtà la presentazione doveva chiudersi con Red Dead Redemption 2, ma il trailer era talmente crudo che la strage di Orlando ha spinto Sony a cambiare programma all’ultimo momento.

spider man e3 sony insomniac

E3 Sony – Commento e tutti gli annunci della conferenza: la nostra opinione

Le uniche critiche mosse in rete a Sony riguardano le date: o meglio l’assenza di date. Solo Horizon: Zero Dawn e The Last Guardian hanno con certezza una data di uscita tra i prodotti presentati, tutti gli altri restano semplicemente “in sviluppo” e non ci sono neanche indicazioni sull’anno di lancio. Per quel che mi riguarda è in realtà un problema di poco conto: sia perché è preferibile avere dei prodotti più in là nel tempo ma meglio realizzati, che scadere nella trappola della fretta e furia; sia perché sono sicuro che God of War intanto possa essere la grande esclusiva del 2017, così come lo è stato Uncharted 4 quest’anno. Non bisogna dimenticare poi che ci sono altri titoli in lavorazione, vedi Gran Turismo: Sport e Gravity Rush 2, e che le esclusive non provengano soltanto da Sony. Insomma, il succo è che su PlayStation 4 non ci si può davvero lamentare: difficile trovare periodi veramente vuoti di uscite interessanti e, anche se dovessero capitare, non è davvero facile stare dietro regolarmente a tutto ciò che viene lanciato sul mercato. E questo discorso è stato il concept dietro alla conferenza: giochi, giochi e giochi. Il motto “For the Players” non è mai stato così azzeccato.