Rick Bergman, amministratore delegato di Synaptics, ha svelato a Taipei che la tecnologia di scansione delle impronte digitali sarà probabilmente disponibile anche per dispositivi indossabili nel corso del 2015. Secondo le dichiarazioni dell’esponente della compagnia, l’installazione di un sensore del genere su piccoli schermi curvi non sarebbe quella enorme sfida che potrebbe sembrare a un primo impatto. Bergman non è stato purtroppo più preciso al riguardo e non ha specificato quando e quali dispositivi indossabili potranno adottare la tecnologia di scansione delle impronte digitali il prossimo anno. Possiamo però partire da un dettaglio molto importante: l’unico cliente di Synaptics per questo genere di tecnologia è Samsung, cosa che lascia presumere come le prossime generazioni di Gear potrebbero offrire qualcosa di questo tipo.

Del resto, è proprio Bergman ad anticipare che il produttore coreano presenterà il primo scanner di impronte digitali ad area nella seconda metà del 2014. Per essere chiari, un sensore ad ampia area di utilizzo darà la possibilità a Samsung di garantire questa funzionalità su tutto il display e non solo in una zona specifica o in un pulsante come accade su Galaxy S5. Stiamo parlando per ipotesi ovviamente, ma non è da escludere a questo punto che Galaxy Note 4 possa offrire una scansione dell’impronta su tutta l’area dello schermo del terminale. Synaptcis vanta oltre il 90 percento del mercato riguardante lettori di questo tipo e al momento ha fornito soltanto sensori di tipo “swipe”, come quello visto appunto su Galaxy S5. Per il futuro non è del tutto chiusa la porta per un’eventuale collaborazione con Apple, ma intanto si continuerà a proseguire negli ottimi rapporti con Samsung.

Via

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]