Il Samsung Galaxy Note 4 sarà il prossimo phablet top gamma di Samsung atteso per il debutto durante l’IFA 2014. Grazie al solito inarrestabile @evleaks veniamo a scoprire alcuni dettagli riguardo alle caratteristiche tecniche che possiederà questo top gamma. Infatti per la prima volta in assoluto, il noto leaker ci mostra una lista degli APK di applicazioni facenti parte del software che sarà presente sul sistema operativo personalizzato da Samsung. Se da una parte alcune di questi APK ci svelano come il device avrà un più che atteso lettore d’impronte (vedi Fringerprintservice) e un’applicazione dedicata ai selfie (SmartSelfShot), dall’altra ci viene mostrato come Samsung introdurrà su Galaxy Note 4 un display ancora più risoluto dei “normali” QHD.

note-4

 

Infatti tramite l’APK PhotoStudio WQHD è possibile capire come il phablet avrà a bordo proprio un display che normalmente si trova sui tablet Android di nuova generazione e che avrà una risoluzione WQHD di ben 2560×1600. Questo ci suggerisce come il display possa avere un rapporto di forma di 16:10 e che quindi sarà presumibilmente leggermente più largo del normale. Certo, non aspettiamoci una così grossa differenza tra i display WQHD e i QHD da 2560×1440 pixel presente su LG G3 e Galaxy S5 LTE-A. Questo perché effettivamente le differenze su display comunque relativamente piccoli saranno assolutamente invisibili ad occhio nudo.

Samsung Galaxy Note 4 potrebbe essere qualcosa di veramente nuovo!

Tuttavia la scelta di Samsung di adottare una simile risoluzione al Galaxy Note 4 ci dimostra come le intenzioni dell’azienda Coreana siano effettivamente quelle di lanciare sul mercato un nuovo tipo di device. Questo perché Samsung dovrà adattare il design e la forma del suo Galaxy Note 4 ad un display effettivamente più largo e quindi avrà modo di stravolgere ancora una volta l’aspetto estetico del suo phablet. Inoltre vi ricordiamo come secondo alcuni rumor Samsung potrebbe lanciare una variante del Note 4 con display flessibile tipo lo Youm (vedi immagine sotto). Quindi questa risoluzione inedita potrebbe servire proprio per aumentare le dimensioni del display a fronte di rendere utilizzabile la “piega laterale” presente su quel tipo di tecnologia.

samsung-youm-video

Certo, a questo punto si aprono altri interrogativi riguardanti proprio quanto questo tipo di display sarà ottimizzato a livello di consumi. Infatti disponendo di un numero di pixel ancora più alto del già molto energivoro QHD se Samsung non interverrà sull’ottimizzazione software e hardware rischierà di compromettere l’autonomia del terminale. Inoltre dobbiamo ricordarci come effettivamente, almeno senza la tecnologia Youm, il terminale potrebbe essere più largo dei normali Galaxy Note delle serie precedenti. Quindi questa cosa potrebbe non piacere a chi invece si aspettava un Note 4 con dimensioni anche minori al Galaxy Note 3 grazie a bordi più sottili. Non ci resta che attendere i primi giorni di Settembre per veder presentato il terminale proprio durante l’IFA 2014! Voi cosa ne pensate? Fa bene Samsung a procedere sulla strada dell’aumento delle varie risoluzioni dei display? Oppure dovrebbe semplicemente concentrarsi sull’autonomia dei suoi terminali? Fateci sapere con un commento!

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]