Un brevetto depositato recentemente da Samsung in Corea suggerisce una delle possibili evoluzioni di S Pen, il pennino pensato per interagire con il display dei terminali appartenenti alla famiglia Galaxy Note. Nel corso di tre generazioni, il produttore coreano ha ovviamente sempre migliorato il funzionamento dell’accessorio con l’intento di renderlo più preciso e dunque più adatto per l’uso per cui è stato progettato, ma adesso pare voglia andare ancora oltre, lavorando a un sistema comprensivo di sensori a ultrasuoni. Nel dettaglio, l’azienda starebbe valutando l’utilizzo di quattro sensori posizionati ai lati del display in modo che lo smartphone riesca a registrare l’input della penna senza che questa interagisca con il touchscreen.


Non siamo di fronte ovviamente a qualcosa di completamente inedito, dato che già Qualcomm offre una feature di questo tipo con il tablet MDP, che monta il chipset Snapdragon 805 come mostra il video allegato a questo articolo. È proprio quest’ultimo dettaglio a suggerire subito un inserimento di questa tecnologia per Samsung Galaxy Note 4 che, stando alle indiscrezioni, monterà proprio processore il processore in questione in una delle varianti previste. La tecnologia è indubbiamente molto interessante e rappresenta una vera e propria evoluzione rispetto quanto offerto oggi da Galaxy Note e terminali similari, resta da vedere se si concretizzerà subito con il nuovo phablet previsto per il mese di settembre.

Via

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]