Apes Revolution – Il Pianeta delle Scimmie è un nuovo film diretto da Matt Reeves e che racconta una storia ambientata 15 anni dopo quella raccontata nel precedente L’Alba del Pianeta delle Scimmie. Il film vede recitare un cast di volti sicuramente molto noti tra cui Andy Serkis (Gollum vi dice qualcosa?!?) nella parte di Cesare che come nel primo film impersonifica il protagonista scimmia; Jason Clarke nella parte di Malcolm, nuovo protagonista umano; Gary Oldman (famoso per aver interpretato il Commissario Gordon nella trilogia del Cavaliere Oscuro) nella parte di Dreyfus una sorta di leader umano e Keri Russell nella parte di Ellie una ex medico/scienziata.cast-apes-revolution

La trama principale, senza entrare troppo nei dettagli, vede un pianeta terra invaso dal terribile virus T-113 e decimato della popolazione umana. A quel punto l’umanità è costretta a sopravvivere senza tecnologia e con i pochi residui di energia derivata dagli ormai quasi terminati combustibili fossili. L’azione si risposta però nei dintorni di una devastata San Francisco dove un gruppo di uomini sopravvissuti e immuni alla malattia sta cercando una diga capace di fornire energia elettrica gratuita e naturale a tutta la popolazione rimasta. Purtroppo però la diga si ritrova nel territorio dove le scimmie sfuggite ai test di laboratorio e protagoniste del primo film hanno costruito un vero e proprio villaggio. Potete immaginarvi il vero e proprio casino che ne scaturirà dal loro incontro.

Entrando nelle valutazioni, Apes Revolution – Il Pianeta delle Scimmie, è un film di fantascienza dai temi forti e attuali e che è capace di emozionare il pubblico e di intrattenerlo fino al termine della pellicola. Le scene emozionanti sono davvero tante e sono tutte più o meno contornate da altrettante bellissime scene d’azione. Davvero impressionante il salto di qualità nel comporto grafico fatto rispetto alla pellicola precedente, infatti in questo caso le scimmie, tranne in qualche scena, praticamente non sembrano più essere realizzate al computer. Vi capiterà più volte di farci caso e sopratutto in una scena finale avrete la possibilità di contemplare questo incredibile realismo grafico.

c_Apes-Revolution--Il-Pianeta-Delle-Scimmie_articolo2

Dal punto di vista della recitazione spicca la perfetta interpretazione di Andy Serkis nei panni della scimmia Cesare e praticamente tutte le scimmie sono realizzate al computer in maniera magistrale sia nei movimenti che nelle espressioni/dialoghi. Per quanto riguarda il cast umano abbiamo di fronte un buon Jason Clarke che riesce ad interpretare al meglio molte scene del film, ma che in altre dà la sensazione di non essere pienamente in ruolo, mostrando a tratti una forse inadeguata espressività. Per quanto riguarda Gary Oldman non possiamo che rimanere colpiti da una recitazione davvero di qualità e sicuramente siamo di fronte all’attore più bravo del cast “umano”. Purtroppo però il personaggio che interpreta tende a non essere approfondito sufficientemente e in alcuni casi tende a fare azioni poco spiegabili e incoerenti. Quindi, sia dal punto di vista della recitazione che nell’approfondimento dei personaggi, i veri e propri protagonisti di Apes Revolution – Il Pianeta delle Scimmie, sono proprio le scimmie. Tanto che in alcuni casi si tende a stare addirittura dalla loro parte.

Da un punto di vista prettamente etico/filisofico è interessante notare le somiglianze e le differenze tra scimmie e uomini perché rivelano caratteristiche della natura umana su cui lo spettatore è chiamato a riflettere più volte durante il film, ma anche dopo la sua fine: per quale motivo, il “diverso” fa sempre paura? Non sarebbe più semplice stare tutti in armonia e in pace? Inoltre viene messo anche l’accenno su quelle che sono le debolezze umane: ok, siamo intelligenti, però senza la tecnologia cosa sappiamo fare veramente? Se non avessimo a disposizione delle armi saremo in grado di sopravvivere comunque? hanno veramente senso di esistere le armi?

il-pianeta-delle-scimmie

Quindi Apes Revolution è un film che presenta qualche piccolo difetto che però non rovina un giudizio complessivo sicuramente ottimo. Sono tante le emozioni che abbiamo vissuto guardando la pellicola e non vediamo l’ora di capire quale sarà il seguito di questa avvincente storia. Apes Revolution – il Pianeta delle Scimmie è più che obbligatorio per chi ama il genere fantascientifico post-apocalittico e molto consigliato per chi semplicemente vuole godersi due ore di intrattenimento di qualità.

Consigli per la visione di Apes Revolution – Il Pianeta delle scimmie

Per quanto riguarda il 3D non abbiamo notato delle scene d’azione molto ottimizzate per questo tipo di visione, quindi Apes Revolution – Il Pianeta delle Scimmie può essere visto senza problemi anche in 2D. Invece è altamente consigliabile la visione preliminare di l’Alba del Pianeta delle Scimmie per poter comprendere al meglio ogni particolare della trama.

Spoiler: ATTENZIONE non leggete sotto se non avete già visto Apes Revolution – Il Pianeta delle Scimmie

Apes Revolution tutto sommato non presenta dei grossi difetti riguardo la trama e la sceneggiatura, tuttavia abbiamo notato una scena che non torna o che comunque potrebbe essere considerata poco realistica. Verso la fine del film, non si capisce per quale motivo Dreyfus (interpretato da Gary Oldman) si sarebbe dovuto sacrificare uccidendo anche tutti i suoi amici per far esplodere una torre (improvvisato “quartier generale” delle scimmie) senza però prima aver finito di piazzare completamente il C4. Una mossa che si rivela completamente inutile perché la torre non viene distrutta e che finisce per uccidere sia Dreyfus che tutti i suoi compagni. Inoltre tramite questo atto da vero pazzoide rischia di uccidere anche il protagonista umano del film Malcolm (interpretato da Jason Clark) che pur trovandosi praticamente all’interno dell’esplosione si sarebbe salvato in maniera a dir poco miracolosa gettandosi semplicemente dietro ad un gradino. Ok, è sempre e comunque un film e abbiamo sicuramente visto scene drammaticamente peggiori in altri lungometraggi, tuttavia questa è una scena di Apes Revolution – Il Pianeta delle Scimmie che si fa effettivamente fatica a digerire. Per quale motivo Dreyful si sarebbe dovuto sacrificare pur sapendo di non aver piazzato tutto il C4 sulla torre? Come fa Malcom a salvarsi da un esplosione gettandosi semplicemente dietro ad un gradino? A parte questa scena non abbiamo trovato dei grossi difetti della trama, voi avete visto qualcosa di più?

In ogni caso, a parte il difetto che abbiamo sopracitato, il film è ricco di bellissime scene anche commuoventi. Da citare quando Cesare entrando nella sua vecchia casa rivede un vecchio filmino che mostrava una scena della sua infanzia mentre veniva allattato con un biberon dall’allora suo “padre” James Franco (vedi il precedente film L’alba del pianeta delle scimmie). Quando Cesare dice “fiducia”. Quando Dreyfus riesce ad accendere il suo vecchio iPad vedendo le fotografie della sua famiglia ormai scomparsa. Quando il figlio di Malcolm prova ad insegnare a leggere un libro all’Orango Maurice. Insomma, tutte scene che in alcuni casi ci hanno davvero emozionato e che probabilmente ai più emotivi hanno anche strappato qualche piccola lacrima.

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]

Apes Revolution - Il Pianeta delle Scimmie: recensione
3.5Punteggio totale
Voti lettori: (13 Voti)

A proposito dell'autore

Andrea Odone

Appassionato di tecnologia soprattutto riguardante il mondo mobile, dei software Open Source, dei Social Media e del nostro caro robottino verde. Nato a Milano più di 23 anni fa, adesso abito a Siena, in mezzo a dei bellissimi vigneti e alla natura del Chianti.