Android, si sa, ha sempre sofferto il problema della frammentazione: sin dalla sua nascita Google non è mai riuscita a far sì che il sistema operativo si presentasse uniformemente presente in tutto il suo mercato di riferimento e nonostante qualche passo lo si sia fatto il problema continua a perdurare.

Attualmente risulta infatti che, secondo i dati aggiornati al recentissimo 6 Aprile 2015, il mondo dei dispositivi Android sia così suddiviso: se solo il 5,4% dei device Android monta l’ultima versione del sistema operativo (ovvero la 5.0 Lollipop), quelli appoggiati a KitKat coincidono invece con una platea del 41,4% del totale.

Ciò che suona strano è però il dato che racchiude tutte le versioni del robottino verde che sono antecedenti la KitKat: il 40,7% dei device fa ancora riferimento ad Android 4.2 che con la 4.2.2 ha sicuramente rappresentato la distribuzione più gettonata dagli smartphone con processore MediaTek.

Persino Android 4.0 Ice Cream Sandwich e Android 2.3 Gingerbread tengono botta, tanto da attestarsi su un market share che è persino più ampio di quello attualmente detenuto da Lollipop. Si tratta in ogni caso di dati interessanti sì, ma prevedibilmente destinati a cambiare a favore dell’ultimo sistema operativo. D’altra parte il problema della frammentazione non è di facile risoluzione, o quanto meno non lo è nel breve periodo: la platea degli smartphone Android è terribilmente ampia e variegata!

via

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]