Vivendi, colosso dell’intrattenimento francese, ha di recente venduto, per circa un miliardo di dollari, le sue ultime quote di Activision Blizzard, azienda che era si era formata dalla fusione di Activision e Blizzard proprio all’interno di Vivendi, che le possedeva. E che ora non nasconde il suo interesse nel rientrare nel mercato dei videogiochi tramite l’acquisto di Ubisoft e Gameloft.

Attualmente, Vivendi possiede già il 30% di Gameloft e il 14,9% di Ubisoft, in cui sembra che chiederà presto un posto nel consiglio d’amministrazione. Da parte sua, Ubisoft non ha invece nascosto la volontà di opporsi all’acquisto, per mantenere la sua indipendenza. Ma le maggiori novità riguardano invece Gameloft: possedendo il 30% di Gameloft, Vivendi è stata ora obbligata (secondo la legge francese) a presentare un’offerta pubblica per l’acquisizione dell’azienda, un lungo documento che fa iniziare la vera e propria scalata.

L’acquisto potrebbe comunque fallire, cioè Vivendi potrebbe non riuscire ad accaparrarsi il 50% di Gameloft, nonostante abbia presentato un’appetitosa offerta di €6 per azione, che garantirebbe agli investitori un guadagno maggiore del 22,9% rispetto al prezzo medio delle azioni Gameloft negli scorsi sei mesi. Dopo essersi assicurata una solida posizione nel mercato dei videogiochi per dispositivi mobili con Gameloft, Vivendi tornerà probabilmente all’attacco di Ubisoft (che difficilmente potrà realmente resistere), quindi aspettatevi presto novità su questa questione.

 

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]