Xiaomi aprirà 1000 negozi fisici in Cina: l’espansione è in atto

Fino a questo momento Xiaomi ha sempre venduto le sue centinaia di migliaia di smartphone tramite gli e-store che circolano in rete, e lo ha fatto sia tramite i canali cosiddetti “ufficiali” sia tramite i negozi di e-commerce indipendenti. Ma a partire da quest’anno le cose potrebbero cambiare.

Lei Jun, CEO e fondatore del colosso cinese, ha affermato infatti che di qui a due anni verranno istituiti 1000 negozi fisici in tutte le più grandi città cinesi, e che Xiaomi ha previsto proprio per questo di aumentare la capacità produttiva affinché i suoi store possano essere sempre sufficientemente attrezzati in termini di scorte.

I negozi fisici della compagnia saranno piuttosto ampi dato che si parla di punti vendita da 250 metri quadri l’uno, e secondo i piani dei dirigenti dovrebbero poter garantire al produttore un fatturato mensile di 50 milioni di Yuan, pari cioè a 6.8 milioni di euro. Le stime parlano chiaro: i negozi contribuiranno a questo ammontare per circa 1.43 milioni.

Ciascuno di questi store disporrà di circa 100 prodotti differenti, dato che come sappiamo Xiaomi non si occupa solo ed esclusivamente di smartphone ma ha ormai messo mano anche su altre tipologie di prodotti come power bank, cuffie, smartband e via dicendo.

via