News, guide su tecnologia (Android, Windows, iOS), Games e SocialMedia

WikiLeaks compie 10 anni: Google prossimo bersaglio

Era il 4 ottobre 2006 quando venne fondato WikiLeaks, uno dei portali Internet più chiacchierati e controversi di sempre. A distanza di 10 anni dalla sua nascita, sono più di 10 milioni i documenti riservati che sono stati pubblicati senza troppi problemi dagli autori che tengono in vita il portale; e come è evidente, parliamo di documenti che hanno scatenato scandali politici anche su scala internazionale!

Tanto per citare qualche esempio, come potremmo dimenticare i casi della militare Chelsea Manning e di Edward Snowden alle dipendenze di, rispettivamente, esercito statunitense e CIA?

A distanza di tanto tempo il fondatore di WikiLeaks, Julian Assange, non ha alcuna intenzione di firmare la resa, ma anzi, è convinto di voler continuare a pubblicare documenti riservati di grande impatto. Assange ha promesso che di qui alle prossime 10 settimane pubblicherà nuovi documenti con cadenza settimanale, e che tra i bersagli di questi scoop ci saranno Google, il mercato delle armi, operazioni militari e persino le elezioni presidenziali che si terranno l’8 novembre prossimo negli Stati Uniti.

Nell’attesa che il portale porti alla ribalta nuovi scandali, nel frattempo WikiLeaks ha deciso di celebrare questo suo compleanno tanto speciale attraverso un video che ricorda i 10 casi più importanti fatti uscire allo scoperto.