Xiaomi chiude agli smartphone inferiori ai 5 pollici

Nel corso degli anni c’è stata la tendenza, da parte dei produttori, di ampliare sempre più le dimensioni dei loro smartphone. In pratica, ciò che anni fa definivamo come un “phablet” ha finito col diventare un “normale smartphone”.

Questo trend ha fatto sì che le varianti Mini fossero sempre meno Mini, tanto da poter contare comunque su un display con una diagonale da 5 pollici. Di tale cambiamento in atto ne è consapevole Xiaomi, che alla propria community ha chiesto se valga ormai la pena realizzare un telefono con uno schermo inferiore a 5 pollici.

Pur con uno scarto ridotto a pochi punti percentuali, l’utenza si è detta favorevole al fatto che Xiaomi continui a realizzare smartphone con display di dimensioni compatte, mentre il restante 47% ritiene sia meglio non scendere più al di sotto dei 5 pollici. Nonostante la maggioranza si sia espressa in un senso, poche ore dopo il termine del sondaggio, il CEO di Xiaomi, Lei Jun, ha comunicato su Weibo che la società da lui presieduta non realizzerà un dispositivo con schermo ultracompatto (o che quanto meno non lo farà in tempi brevi).

Probabilmente l’azienda era già incline a prendere questa decisione. Decisione che avrebbe potuto cambiare nel caso in cui l’esito del sondaggio avesse consegnato un distacco molto più importante a favore di coloro che agli smartphone ultracompatti ci credono ancora.

via